«Ero finito in testacoda nei primi due giri di stamattina; questo pomeriggio invece non mi sono girato, quindi è stato un miglioramento!»: così sdrammatizza ridendo Sebastian Vettel quando gli si chiede della situazione. Purtroppo però, poco dopo aver fatto segnare un secondo crono di giornata seppur con un giro perfettibile, la sessione pomeridiana è stata interrotta da un'avaria che, pur non sembrando particolarmente grave, ha tuttavia fatto perdere un'ora circa di test. «Sembra ci sia stato un problema elettrico, ma sono abbastanza sicuro si possa sistemare facilmente - conferma Seb - anche se non sappiamo ancora di cosa si sia trattato esattamente. È un peccato che questo ci abbia fatto perdere dei giri in simulazione di gara, sulla distanza, perché anche se Kimi ha portato avanti il lavoro ci avrebbero permesso di capire meglio a che punto siamo, quanto siamo competitivi. La situazione è sempre difficile, potevamo fare di più anche in simulazione di qualifica, ma ho visto che la pista stava migliorando in continuazione e veniva nella nostra direzione. Per cui anche se all'inizio il fondo era molto sporco, le cose stavano andando sempre meglio e la macchina si comportava bene. Quindi non è andata troppo male, ma vedremo domattina. Con le qualifiche siamo a posto, mentre per la gara ci mancherà qualche dato, ma non dovrebbe essere una cosa troppo negativa». Maurizio Voltini