Come aveva svettato al mattino per mancanza di un giro buono da parte del compagno-rivale, Nico Rosberg si è dovuto a sua volta accontentare del 3° tempo pomeridiano per non aver completato la simulazione di qualifica, dopo averla interrotta appena sceso in pista con le gomme supersoft, per via della virtual safety car conseguente allo stop in pista di Vettel. Il tedesco non sembra proprio farsene un problema, comunque: «È stato un solido inizio di weekend», dichiara infatti a fine prove. Proseguendo in un modo che forse sarebbe parso più idoneo a giustificare gli errori di Hamilton più che la sua giornata: «È difficile fare tutto bene su questa pista: c'è solo una piccola finestra in cui i pneumatici funzionano perfettamente, e un sacco di posti dove si possono facilmente commettere errori. Io non sono riuscito a mettere insieme un giro veloce completo con le supersoft, nel secondo turno. Ma a parte questo è stata una buona giornata: la macchina andava bene sia sul giro veloce singolo, sia nei long run, e questo è molto incoraggiante. Per cui guardo con fiducia al resto del weekend». Maurizio Voltini