È stata una sfida diretta a migliorare continuamente in assetto di qualifica, quella fra Hamilton e Rosberg nell'ultima sessione di prove libere, vinta al momento dall'inglese per soli 68 millesimi. Una sfida che ha dimostrato come su questo tracciato le gomme supersoft riescano a durare parecchio prima di degradarsi, tanto che Lewis ha ottenuto il miglior tempo al sesto giro di quel set di pneumatici. Un comportamento che potrà riservare qualche sorpresa nelle qualifiche. La sfida Mercedes relega a 6 decimi la Ferrari di Vettel, mentre quella di Raikkonen completa la seconda fila virtuale a 1"3. Va detto che però il finlandese ha commesso un errore all'ultima curva del giro "buono", istigato da un certo sottosterzo messo in mostra oggi dalle SF16-H con le gomme supersoft. Terza fila virtuale invece per le due Williams, con Massa e Bottas a 1"5 e separati fra loro di 67 millesimi. Seguono Verstappen e Button a 1"7 e 1"8, con la top ten completata da Sainz e Perez appena sopra ai 2 secondi di distacco dal vertice. In questa fase sono apparse meno incisive le Red Bull, con Ricciardo solo 11° anche se inizialmente 3°, seguito da Alonso e Kvyat, con il russo che si è lamentato pesantemente per essere stato ostacolato nel giro veloce da Hamilton, che l'ha fatto finire lungo. Vedremo come tutto si concretizzerà al momento decisivo delle qualifiche, che continueremo a seguire con la nostra cronaca diretta a partire dalle ore 14.

FP3

La cronaca "live" con Twitter

Introduzione alle FP3

È a partire dalle ore 11 italiane (le 12 locali) che si disputerà l'ultima ora di prove libere in preparazione al GP F1 di Russia, sulla pista di Sochi. Prove che seguiremo sempre con la nostra cronaca diretta, in parallelo qui sul web e su Twitter, tramite il nostro account specifico @autosprintLIVE. Queste prove saranno importanti per confermare il miglioramento del fondo pista man mano si gira, potendo così capire meglio il comportamento delle mescole di gomme disponibili (supersoft, soft e medium) e quindi le possibili strategie in funzione della gara. Vedremo inoltre se il gap fra Mercedes e Ferrari si assottiglierà oppure aumenterà, come pure se subito dietro continuerà la sfida quasi sullo stesso pieno fra Red Bull, Williams, McLaren e Toro Rosso, e se invece Renault, Sauber e Manor riusciranno ad avvicinarsi a queste squadre. Ricordiamo le precedenti cronache di libere1 e libere2 del venerdì, oltre alla presentazione della gara dal punto di vista storico e statistico. Maurizio Voltini mappa_Sochi