A questo punto della stagione, con due GP da correre, diventa superfluo cercare di scandagliare le motivazioni di un ennesimo venerdì della Ferrari lontano dalle posizioni che contano. Nella prima sessione la Scuderia ha deciso di scendere in pista solo con gomme medie (le bianche), ragion per cui il 9° e 10° di tempo registrato da Vettel e Raikkonen è poco significativo, considerando che tutti gli altri piloti hanno messo a segno il miglior crono con le soft. 

Più significativo, invece, il risultato della seconda sessione, con le Rosse dietro a Mercedes, Williams e Red Bull. Primo dei due piloti di Maranello ancora il tedesco, 7° in 1:13.00: "E' stata una giornata difficile – ha commentato Vettel al termine delle FP2 -  La macchina scivolava, era molto caldo e tutti avevamo problemi nella gestione delle gomme, vedremo quanto dureranno in gara. Per quanto riguarda il passo è andata abbastanza bene”

Forse che il distacco di 731 millesimi da Lewis Hamilton, ottenuto a parità di gomma, sia da leggere come un “risparmio strategico”? La risposta la dà lo stesso Vettel: "Abbiamo spinto al massimo sin dalle Libere 1, quando abbiamo provato solo le medium. Forse non siamo stati veloci a sufficienza, ma abbiamo spinto forte. Abbiamo provato diverse cose e ora si tratta di capire quali siano quelle che ci permettono di andare più veloce che possiamo".

Oggi, come è accaduto già altre volte nel corso dei 19 venerdì che hanno preceduto Interlagos, Vettel era meno veloce degli altri top drivers: "Verso la fine della giornata ho trovato un buon ritmo. Sul giro secco non ero contentissimo, non ho fatto un buon tempo, ma comunque il gap dai piloti che mi precedono è ridotto. Speravo di essere un po' più veloce, di fare un po' meglio, ma se tutto rimane così saremo molto vicini". In Messico è salito sul podio, prima che il terzo posto gli fosse levato dai commissari, ma alle attuali condizioni sembra molto difficile ripetere la prestazione: "Questo è un posto speciale, ma non posso prevedere se riusciremo ad arrivare sul podio. E' solo venerdì e la gara è domenica. Sappiamo che a Interlagos tutto può succedere e magari la pioggia potrebbe creare situazioni caotiche. Ora dobbiamo prepararci per fare meglio domani".