LONDRA - Jerome Stoll, Direttore Renault Sport Racing, non ha dubbi: "Questa è la prima vera Renault del nostro nuovo corso. Ora l'integrazione tra Enstone e Viry Chatillon è completata e posso dire che con la Rs17 puntiamo a diventare la quinta forza del mondiale. Non ci nascondiamo, il nostro target ora è esattamente questo".

Formula 1, una Renault nuova al 100%

NUOVA AL 100% - Gli fa eco Cyril Abiteboul ora capo incontrastato di Renault Sport F.1: "Questa sarà la vettura del nostro salto di qualità. È tutta nuova, al 100% e si vede. Non solo, è stata finita di montare due ore fa, non l'avevo vista neppure io stesso del tutto finita e mi sembra bellissima. E con le nuove regole che daranno prestazioni ancora più estreme avremo i piloti ideali per guidarla: l'aggressivo e fortissimo Hulkenberg, al quale voglio dare il benvenuto, e il bravo Palmer, confermato perché nell'ultima parte della scorsa stagione ha mostrato confortanti progressi. Reserve driver sarà Sirotkin, che fa parte del Development Program". 

ALAIN PROST - Molto applaudita la presenza del sessantaduenne e quattro volte iridato di F.1 Alain Prost, integrato come Senior Advisor: "Porterò il mio contributo fatto di tanta esperienza. I segnali che vedo oggi danno fiducia perché la Rs17 mi sembra bellissima, estrema e ricca di idee. La Renault aveva bisogno di una monoposto come questa per trovare la via verso l'atteso salto di qualità in F.1. Una categoria nella quale in prospettiva la Casa francese deve tornare a vincere e soprattutto il più presto possibile".

IDEE NUOVE ED ESTREME - Quanto a Bob Bell, direttore tecnico, il suo ottimismo è palmare: "La Rs17 è l'arma giusta. Il team è cresciuto, ha partorito nuove idee e il risultato mi sembra in linea con le aspettative. Il 2017 sarà un anno estremo e eccitante per tutta la F.1 è la Rs17 nasce per essere all'altezza di tutto ciò”.