I kart sono il primo amore per chiunque sogna, un giorno, di diventare pilota. Tutto parte da lì, da quel motore che spinge e fa battere il cuore, da quelle ruote piccole che stridono, dai traversi e dalle prime sportellate. Sensazioni che Leclerc, nonostante due vittorie in Formula 1 a Spa e Monza, al suo primo anno con la Ferrari, non ha dimenticato.

Infatti, il giovane asso del Cavallino Rampante ha creato il suo marchio di kart per contribuire allo sviluppo della disciplina. Per realizzare i kart che porteranno il suo nome in pista, Charles si è rivolto a uno dei più grandi costruttori italiani, conosciuto in tutto il mondo per la qualità delle sue realizzazioni: Birel ART.

Non devi mai dimenticare le tue radici - Ha detto Leclerc - So cosa devo al karting: tutto! È lì che è nata la mia passione per il motorsport, è stato lì che ho imparato le basi che mi hanno permesso di arrivare in Formula 1 ed è stato anche lì che ho incontrato alcune delle persone importanti, che mi hanno supportato e seguito. Era già da molto tempo che avevo l’intenzione di fare qualcosa per il kart, e penso che ora sia arrivato il momento giusto. Le capacità di Birel ART sono state recentemente confermate dalla magnifica doppietta al KZ World Championship. Volevo che il mio nome fosse su un telaio in grado di funzionare molto bene in una vasta gamma di condizioni. Solo una grande fabbrica come Birel ART può garantire un livello così elevato qualità”.

I telai Charles Leclerc, verranno prodotti nella fabbrica Birel ART di Lissone, vicino Monza, e saranno presto disponibili per le categorie Baby, Mini, OK / Junior, KZ, Rotax e noleggio.