Nurburgring, Portimao, Imola, nell’ordine. Andranno a proseguire la striscia di Gran Premi ferma al GP di Russia, ultimo annuncio prodotto dalla Formula 1 sul calendario 2020. L’ufficialità è attesa nella giornata odierna e, secondo quanto riportato da soymotor, ad anticipare uno scenario che si è andato a delineare chiaro nella giornata di giovedì – specialmente con l’ingresso del Nurburgring al posto di Hockenheim – vi sarebbero le mappe dei tracciati già caricati sui server dei siti della Formula 1.

Mai così tardi un GP al Nurburgring

L’indicazione ordinata della sequenza Nurburgring-Portimao-Imola sposta l’appuntamento con il Gran Premio d’Emilia Romagna – questa la denominazione attesa – al primo week end di novembre.

Dopo la trasferta in Russia, staccata di due settimane dal GP di Toscana al Mugello, è prevedibile venga dato un ulteriore break di 14 giorni per il rientro in Europa e far tappa al Nurburgring l’11 di ottobre, una data mai così in avanti nel recente passato, arrivato a ospitare un GP d’Europa nel 1999 il 26 settembre. Tornando indietro agli anni Ottanta, si corse il 7 ottobre nel 1984. 

Lo stesso vale per una Imola l'1 novembre, aspettando l'ufficialità. L'appuntamento con il GP di San Marino è stato tradizionalmente in primavera, con l'eccezione del 1980 in sostituzione del GP d'Italia a Monza, disputato il 14 settembre.