Per Lewis Hamilton non sarà la stessa cosa correre il Gp di casa a porte chiuse, ma l'affinità con Silverstone resta. Ed all'orizzonte c'è l'opportunità di vincere la corsa casalinga per la settima volta in carriera, come nessun altro è mai riuscito a fare. Poi c'è la questione del futuro, e l'inglese allontana l'ipotesi del ritiro.

Una nuova energia

Questo è ciò che ha detto Lewis Hamilton al riguardo: "Vorrei dire che il periodo di lockdown dovuto al Covid, quando è stata cancellata la prima parte di stagione, nonostante sia stata negativo sotto moltissimi aspetti, in qualche modo ha dato vita, energia per concentrarci su altro. Mi ha dato credo energia nuova per andare avanti ancora di più. In definitiva vorrei essere performante al livello in cui lo sono ora per sempre, ma c'è un momento in cui fisicamente e mentalmente cali, e non so quando accadrà, ma non credo che succederà nel giro di poco tempo, diciamo due o tre anni".

Ancora in F1

Hamilton ha affermato che per almeno due o tre anni farà ancora parte del Circus: "Penso proprio che sarò ancora qui, così spero per l'immediato futuro, in più siamo in un periodo nel quale non c'è un altro pilota con la mia esperienza, e ne sono consapevole. Voglio conquistare la mia posizione, e sento che ogni anno che corro non è regalato solo perché ho vinto dei titoli. Penso che ti devi conquistare il diritto di essere qui per la tua performance. Il mio obbiettivo è quello di continuare fino a quando sarò in grado, e mi vedo andare avanti per almeno altri tre anni".