A Monza si è chiusa un’era con l’uscita di scena della famiglia Williams dalla gestione del team. Claire all’ultimo GP da team principal, Dorilton Capital a subentrare e provare un’opera di ricostruzione che dovrà risollevare le sorti di un team glorioso, il cui nome resterà presente in griglia.

L'editoriale del direttore: E adesso tocca al Mugello

A subentrare nel ruolo e coprire le funzioni di team principal, perlomeno ad interim, sarà Simon Roberts, approdato in Williams a inizio anno e responsabile, dalla posizione di direttore generale, della pianificazione delle operazioni, fino all’aspetto tecnico della divisione F1. Non è il nome definitivo, assumerà il timone in attesa che la proprietà statunitense individui una figura alla quale affidare la gestione del team.

Un nuovo inizio

“Si prospettano tempi avvincenti per il team, una nuova era per Williams, sono entusiasta di poter giocare un ruolo. Mi preparo alla sfida che ci aspetta, mentre guardiamo al riportare la squadra nelle posizioni davanti in griglia”, ha commentato Roberts.

La F1 scoperta con McLaren

La carriera in Formula 1 inizia nel 2003 da McLaren, nelle vesti di direttore delle operazioni e general manager, poi un breve passaggio in Force India nel 2009 – da direttore operativo -. Un ruolo che ricoprirà nuovamente nel 2010, ma tornando a Woking, dove nel 2017 è stato incaricato direttore generale con responsabilità sull’ingegneria e le operazioni in fabbrica.

Sterzi a parte: La bellezza dell’altra Italia che vince

La riorganizzazione societaria non coinvolge solo le figure strettamente operative sul campo, in Formula 1. L’amministratore delegato di Williams Grand Prix Engineering, Mike O’Driscoll, si ritira dal proprio ruolo, affiancherà le nuove proprietà per assicurare una transizione lineare, spiega una nota del team.

GP Toscana Ferrari 1000: gli orari del week end in tv