Max Verstappen ad Istanbul non ci ha mai corso ma, a prescindere degli sforzi in curva 8, non metterà un'imbottitura. Piuttosto, girerà con una testa ciondolante, ma niente rinforzo, parola sua, che dopo averci giocato nella realtà virtuale è pronto ad affrontare davvero l'Istanbul Park.

GP Turchia, Hamilton: "L'impegno fuori dalle piste conta più del titolo"

Imbottitura? No grazie

Il motivo è presto spiegato: "Ricordo il mio primo test in F3 in assoluto, ed un giorno dopo non riuscivo a mantenere il mio collo dritto. Dovetti mettere l'imbottitura e mio padre mi prendeva in giro per averla messa, così da quel giorno ho rifiutato di usarla. Preferisco che la testa mi cada piuttosto che girare con l'imbottitura, e sarà lo stesso in questo fine settimana. La pista? Sembra interessante, ricordo di averci giocato parecchio con il videogioco della F1 perché pensavo fosse un circuito divertente. Non vedo l'ora di provarla nella realtà, specialmente curva 8. La faremo in pieno, sarà fantastica con quelle forze g sul corpo per tanto tempo".

GP Turchia, Vettel: "Non sono soddisfatto, da gennaio a tutto Aston"

Pista molto scivolosa per Albon

La pista incuriosisce anche Alexander Albon: "Sembra bella, ma dalla camminata sul tracciato pare molto sporca. Mi ricorda un po' Portimao con le superfici rifatte sulle quali stiamo andando. In Portogallo i piloti si sono lamentati che c'era un'aderenza molto bassa quindi pensavo che il piano fosse pulire la pista girandoci prima di venire qui, ma non so se lo abbiano fatto. Ho visto la safety car in pista stamani e l'asfalto sembrava molto scivoloso".

Esclusiva, Felipe Massa racconta la Turchia: "Istanbul 2006 una svolta per la mia carriera"