Pirelli ha ufficializzato il calendario dei test per lo sviluppo delle gomme da 18 pollici che introdurrà nel 2022. Dopo aver svolto con la Ferrari le prime sessioni di prova a Jerez, sia su pista asciutta che irrigata artificialmente, il prossimo appuntamento sarà in Bahrain, successivamente al Gran Premio inaugurale del mondiale.

Sarà una tre giorni che vedrà ancora la Ferrari in pista il 30 marzo, poi Alpine. La squadra transalpina chiuderà il programma di sviluppo nel mese di settembre, quando completerà una due giorni a Magny Cours, incentrata sulle gomme da bagnato. Magny Cours è uno dei due circuiti non sede di Gran Premio nei quali si effettueranno i test.

Test Pirelli, spesso dopo il GP

Il regolamento concede fino a 30 giornate-macchina di test, che Pirelli ha deciso di ripartire in 22 giornate-macchina dedicate allo sviluppo delle gomme slick e 6 rivolte alle gomme da bagnato. In sei occasioni si girerà subito dopo aver corso il Gran Premio sullo stesso circuito: Sakhir, Imola, Barcellona, Spielberg, Silverstone e Budapest. Unica squadra assente dal programma di test è la Williams.

"Non vediamo l'ora di riprendere i test per i nuovi pneumatici da 18 pollici ma, poiché la pandemia di Covid-19 - che ha portato alla sospensione dei test lo scorso anno - non si è ancora conclusa, è possibile che il programma previsto per quest'anno subisca delle modifiche in corsa. Ecco perché abbiamo anche un piano di riserva", commenta Mario Isola. 

Sviluppo da riallacciare ai dati 2019

"A ogni modo, abbiamo implementato un calendario che dovrebbe consentirci di riprendere saldamente da dove avevamo interrotto nel 2019 così da finalizzare le specifiche per la nuova generazione di pneumatici sulla base delle nuove regole che daranno alla Formula 1 un aspetto molto diverso a partire dal 2022. Ringrazio tutti i team per il supporto nel fornire simulazioni e mule car che sono per noi un'ottima base su cui lavorare. Quest'anno proveremo sia i prototipi slick sia quelli wet da 18 pollici: abbiamo già iniziato a Jerez in Spagna per tre giorni con Ferrari, e termineremo il programma a settembre sul circuito francese di Magny-Cours con Alpine".

Tutte le giornate di test verranno condotte su un programma di lavoro stilato da Pirelli, potrà avvenire con monoposto 2021 adattate e sarà "al buio". Le squadre non saranno a conoscenza della tipologia di lavoro condotto né delle mescole o costruzioni impiegate. Tutti i dati verranno successivamente condividi da Pirelli con tutte le squadre.