I test invernali, per l’Alfa Romeo, sono stati positivi. La C41 ha beneficiato dei cavalli in più del nuovo V6 Ferrari e nel complesso i piloti hanno appurato come la monoposto sia più guidabile e affidabile rispetto alla 2020. Ma di fare previsioni sulla stagione e sul GP del Bahrain, per Kimi Raikkonen, non se ne parla

“Siamo contenti di come sono andati i test, ma non possiamo sapere cosa hanno fatto gli altri. Tiriamo a indovinare, come fate voi?” ha detto il finlandese ai cronisti durante la conferenza stampa.

GP Bahrain, gli orari TV

Alfa Romeo veloce e affidabile

Poi, tornando sulle sensazioni che ha dato la C41: “La macchina si è comportata bene, ma c’è sempre del margine in termini di velocità. Aspettiamo le qualifiche di sabato per capire a che punto siamo”.

Da quanto visto nei test, l’Alfa Romeo lascia ben sperare per il 2021, non solo dal punto di vista del motore, ma anche sotto altri aspetti come affidabilità e handling. Infatti, i dati in mano ai tecnici dicono che la monoposto è andata bene sia nei long run che nelle simulazioni di qualifica.

“La macchina è affidabile- ha confermato Kimi - e le cose sono filate lisce durante i test. Certo, sarebbe stato meglio avere più tempo a disposizione per provare le cose nuove, ma alla fine abbiamo svolto il nostro programma. Siamo pronti, anche perché il passo avanti non lo abbiamo fatto solo di Power Unit, come dicono i dati, la macchina è migliorata diventando più semplice da gestire. Ora tutto dipende da quanto gli altri siano migliorati rispetto a noi, ma posso dire che siamo nella direzione giusta”.

GP Bahrain, ecco le previsioni meteo

Ritiro per Kimi a fine stagione?

Avere una vettura nata bene fa la differenza non solo per il bottino di punti a fine anno, ma anche per tenere vive le motivazioni. Raikkonen, alla sua età, quanta voglia di remare nelle retrovie, senza speranza di giocarsi le posizioni più nobili, può ancora avere?

“Non credo che questo aspetto - ha concluso - possa fare la differenza sulla decisione che prenderò per l’anno prossimo. L’anno scorso non siamo andati come volevamo, sicuramente è più divertente lottare per risultati migliori, ma ora siamo concentrati sulla prima gara per lottare per le posizioni che contano”.