Il lavoro più strettamente legato allo sviluppo della SF21 e in preparazione di Imola sarà stato condotto al simulatore, così il test di Charles Leclerc stamani a Fiorano ha i contorni dell'allenamento al volante. 

La SF71H è scesa in pista con il monegasco dopo che nella giornata di giovedì ha fatto da palestra per Marcus Armstrong - 200 km al mattino - e Robert Shwartzman, altrettanti chilometri effettuati al pomeriggio. 

Il regolamento sportivo ammette la possibilità di effettuare prove con macchine dei 3 anni antecedenti il mondiale in corso, senza limiti di chilometraggio e con l'utilizzo di gomme dimostrative. SF71H eletta a monoposto "scuola" per i giovani della FDA, impegnati già lo scorso gennaio, e per la preparazione inverale di Sainz e Leclerc. 

Quanto a Charles, prima di volare verso Fiorano ha ricevuto a Monaco la Ferrari SF90 della sua prima vittoria in Formula 1, cimelio da collezione parcheggiato in garage.