Rottura del coprifuoco in casa Ferrari. La Scuderia del Cavallino è ricorso al primo dei due "jolly" stagionali per sostituire la power unit di Carlos Sainz, andando a sostituire l'unità nella serata tra venerdì e sabato.

Nessuna penalità

 
Essendo solo la prima volta in cui la squadra richiede la rottura del coprifuoco, non ci sarà alcuna penalità per lo spagnolo. Al termine delle FP2 alcuni dati non hanno convinto gli ingegneri del team di Maranello, che hanno preferito ricorrere alla sostituzione e spedire l'unità a Maranello per ulteriori controlli nel tentativo di poter recuperare i componenti per il prosieguo della stagione. A Sainz è stato montato un nuovo motore, il terzo nonché l'ultimo a disposizione prima di andare in penalità.