Hamilton saluta Bottas: "Fiero di lui, il miglior compagno mai avuto"

Hamilton saluta Bottas: "Fiero di lui, il miglior compagno mai avuto"© Getty Images

Lewis celebra il lavoro di squadra fatto da Bottas negli ultimi 5 anni. Toto Wolff ripete di una scelta non facile nella sostituzione

Fabiano Polimeni

6 settembre

È arrivato per sostituire Nico Rosberg, campione del mondo in una stagione che, Mercedes, non aveva alcuna intenzione di ripetere. Lewis Hamilton nemmeno, probabilmente. Valtteri Bottas per 5 campionati ha sempre giocato da uomo squadra, sempre pronto a prestarsi alla richieste della squadra, anche alle più difficili da digerire, come il team radio di Sochi 2018.

Sterzi a parte: E adesso Max merita il Mondiale

Un ottimo pilota, un ottimo supporto per Mercedes e per Lewis Hamilton; un secondo pilota che a sprazzi ha mostrato  d'avere soprattutto velocità pura in qualifica, quando in giornata; gli è mancata invece la cattiveria agonistica, l'aggressività in gara. A sua volta è stato un privilegiato, sportivamente parlando, potendo correre con l'unica monoposto in grado nell'era turbo-ibrida di ambire sempre per il titolo iridato. Ha incassato spesso le parole di stima e supporto di Lewis Hamilton, anche nelle ultime settimane in cui più insistenti erano le indicazioni di un avvicendamento deciso con Russell.

Ciao, Valtteri

Hamilton che non ha mancato di tributare un saluto dai social all'ufficializzazione dell'ingaggio 2022 in Alfa Romeo di Bottas. 

"Sono straordinariamente fiero di aver lavorato accanto a Valtteri Bottas negli ultimi 5 anni. Insieme abbiamo fatto parte di una squadra che ha vinto 4 campionati Costruttori e ci siamo motivati l'un l'altro, per continuare a spingere durante gli alti e bassi. 

Leggi anche: GP Olanda: i top e flop

È stato il miglior compagno di squadra col quale abbia avuto il piacere di lavorare. La tua velocità e resilienza sono state straordinarie, però dove svetti, per me, davvero è nell'essere umano che sei. Sei più grande di quanto non pensi e so che ti aspetta un futuro luminoso. 

Grazie Valtteri per tutto il supporto e i contributi straordinari a questa squadra. Ci mancherai. Ti auguro il meglio per i tuoi futuri impegni. Finiamo forte questa stagione e conquistiamo l'ottavo titolo per il team".

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Lewis Hamilton (@lewishamilton)

Russell un'opportunità

È chiaro come per Mercedes cambi molto con la promozione di Russell, che dovrà inserirsi pur sempre con l'ottica di un gioco di squadra essenziale. Il talento ha prospettiva per essere nel brevissimo periodo campione del mondo, ha velocità, certo. Dovrà dimostrare di avere anche condotta di gara e dovrà dimostrare di saper gestire il ruolo di pilota Mercedes nell'arco di un campionato, che è cosa molto più articolata di una singola gara, come quella straordinaria corsa a Sakhir nel 2020. 

Per Hamilton arriva un giovane rampante e velocissimo col quale fare i conti. Per Lewis, comunque, un'opportunità: dimostrarsi vincente anche nel 2022, anche con una nuova era tecnica e (anche) con un talento qual è Russell.

Scelta non semplice

A Toto Wolff la gestione, lui che dopo l'annuncio del passaggio di Bottas in Alfa Romeo ha commentato: "Non è stato un processo semplice né una scelta lineare. Valtteri ha svolto un lavoro fantastico nelle ultime 5 stagioni ed è stato un contribuito essenziale ai nostri successi e alla nostra crescita.

Insieme a Lewis ha  costruito un rapporto di riferimento tra compagni di squadra in F1, è stata questa l'arma preziosa nelle nostre battaglie per il titolo e ci ha spinti a ottenere successi come mai prima". 

Leggi anche: Gpv a Zandvoort, Wolff: "Bottas insolente"

Talmente perfetta l'accoppiata che si è scelto di cambiare. Russell non poteva restare certo parcheggiato ancora in Williams, c'è una prospettiva da costruire , quello che sarà il dopo-Hamilton.  Non meno importante, c'è un passaggio regolamentare in cui può essere più facile inserire un pilota alla prima esperienza di top team: il quadro sarà azzerato per tutti.

Lui, Valtteri, lascia assicurando d'aver "spremuto il massimo da quest'opportunità con Mercedes, guardandomi indietro, senza aver lasciato nulla sul tavolo. Voglio assicurarmi di concludere questa fase insieme da campioni".

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi