Da una parte la lotta iridata contro Max Verstappen, dall'altra la possibilità, ormai sempre concreta, di avere George Russell come compagno di squadra nella prossima stagione. La nuova generazione avanza, ma Lewis Hamilton non ha timori.

Bello vedere giovani rampanti

Il sette volte campione del mondo, nella conferenza stampa del GP d'Olanda, ha detto di non temere il confronto con i giovani piloti: "Non ho niente da dimostrare a me stesso. Nel mio anno da debuttante ho avuto al fianco Fernando Alonso. Se avrò un nuovo compagno, sarà qualcosa di nuovo anche per me. Sono entusiasta di vedere i giovani arrivare. Non è che voglio perdere contro un giovane naturalmente, ma sono felice di vedere la progressione di questo sport, perché alla fine sono innanzitutto un fan di questa disciplina. Sono feroci, mi rivedo molto in loro".

George una garanzia, ma piena fiducia a Valtteri

Per Russell Hamilton ha speso solo belle parole, anche se continua a supportare il suo attuale compagno di squadra, Bottas: "George è umile, mi piace il suo approccio. Essendo inglesi entrambi, immagino questo ci aiuterebbe in termini di comunicazione. Penso sarà uno dei pilastri di questo sport, ha già dimostrato di avere una guida incredibile e sono sicuro continuerà a crescere, e per farlo non credo ci sia ambiente migliore che una grande squadra come la nostra. Però ad ora do pieno supporto a Valtteri, abbiamo del lavoro da fare insieme. Nessuno vince il campionato a squadre da solo, lo si fa collettivamente".