La pioggia ad un certo momento è parsa una benedizione, con Charles Leclerc che, con una gomma media fresca, stava per artigliare un podio clamoroso. Poi però la scelta di proseguire una volta ritrovatosi ingaggiato con il compagno di squadra Sainz, con una rimonta bellissima resa vana dall'intensificarsi della pioggia.

Verstappen: "La pioggia ci ha aiutato, ma poi devi essere bravo a fare la scelta giusta"


Bicchiere vuoto

Il perché della mancata sosta lo ha spiegato direttamente il pilota ai microfoni di Sky: "Abbiamo discusso se fermarci o meno, il dubbio più grande l'ho avuto al giro giusto, ma era il giro in cui è rientrato Carlos. Lo stavo passando, ma non volevo mettere in difficoltà la squadra con un pit-stop in contemporanea. Il giro dopo però era già troppo tardi, l'acqua era arrivata. Ho provato sperando che asciugasse, ma ormai la gara era andata. Bicchiere mezzo pieno? No, non ci riesco a vederlo, oggi non sono contento.

Pu nuova? Sicuramente è un aspetto positivo per la squadra, ma personalmente sono molto dispiaciuto di finire dove sono finito (15°, ndr) dopo una corsa così. Faccio i complimenti a Carlos ed al team, sono contento per loro, lui è arrivato anche davanti alla McLaren, una buona cosa per la classifica. Ma dal mio lato non c'è niente di positivo".

Hamilton e la vittoria numero 100: "Pensavo non arrivasse più"