Lapo Elkann critica Vasseur: "Giovinazzi danneggiato dal team, che rabbia!"

Lapo Elkann critica Vasseur: "Giovinazzi danneggiato dal team, che rabbia!"© Getty Images

La strategia sbagliata decisa dal muretto Sauber Alfa Romeo ha condizionato il risultato di Giovinazzi mentre era saldamente in zona punti. Lapo Elkann contesta la gestione del team, che ha danneggiato Antonio

Fabiano Polimeni

8 novembre

L'episodio di Città del Messico che ha penalizzato la gara di Antonio Giovinazzi è solo l'ultimo di una lunga serie di decisioni del muretto Sauber Motorsport, spesso a sacrificare le ambizioni in gara del pilota italiano. Sin da Baku 2019, una top ten negata per strategie errate, arrivando alle recentissime esibizioni, in Turchia dove un supporto diverso avrebbero potuto darlo dal muretto ad Antonio nell'inseguimento a Ocon, invece di chiedere un avvicendamento di posizione con Raikkonen. 

Forza Giovinazzi!

Il disappunto sul trattamento riservato a Giovinazzi è rappresentato dal tifoso Lapo Elkann, che su Twitter non gira intorno al problema e critica Vasseur. 

"Ho grande rispetto per il Team Principal di Alfa Romeo Racing Orlen, ma vedere un team F1 che danneggia il proprio pilota è triste e fa arrabbiare. Sono con Giovinazzi, un talento italiano che merita l’affetto di noi tifosi. Forza!".

C'è l'italianità della sponsorizzazione in Sauber Motorsport, con l'impegno commerciale Alfa Romeo ribadito da Jean Philippe Imparato di recente, manca un corrispondente potere di indirizzo sulla scelta di uno dei due sedili. È spettato alla Ferrari, fornitore delle power unit, non è più così. E Vasseur, dopo aver corteggiato Hulkenberg lo scorso anno, si appresta ad affidare la monoposto 2022 a Bottas e un giovane in arrivo dalla Formula 2. Questo lo scenario a Hinwil, recentemente al centro delle cronache per il mancato accordo con Andretti Autosport. 

Vasseur: peccato per la strategia...

Sbagliare strategia nel GP del Messico con Giovinazzi, cacciandolo indietro dopo un pit-stop troppo anticipato e, soprattutto, senza la finestra per restare davanti a Ricciardo e Bottas, è costato punti che avrebbero fatto comodo - insieme a molti altri persi quest'anno - per ridurre le distanze dalla Williams e dall'ottavo posto nel Costruttori. 

Leggi anche - Giovinazzi: "Strategia del tutto sbagliata"

"È un peccato non avere due macchine in zona punti, soprattutto considerato quanto siamo apparsi competitivi nelle fasi iniziali, però la gara non è andata nella direzione di Antonio dopo il pit-stop", ha commentato Frederic Vasseur. Come avrebbe potuto andare nella direzione di Antonio, è un mistero. Una direzione subita da Giovinazzi e imboccata dal muretto, nonostante tutti gli strumenti per calcolare il punto in cui sarebbe rientrato in pista: dietro due macchine - Mercedes e McLaren - che mai l'Alfa Romeo avrebbe potuto superare. 

"Come nelle ultime gare, per tutto il week end abbiamo avuto ritmo e oggi abbiamo prodotto una prestazione competitiva quando contava, il risultato lo dimostra. Portiamo a casa quattro punti, un altro arrivo tra i primi 10 che ci dà ulteriore fiducia per le gare finali della stagione", ha aggiunto Vasseur. 

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi