"Ci vediamo da Mario": In F.1 la star del momento è Hannah Schmitz

"Ci vediamo da Mario": In F.1 la star del momento è Hannah Schmitz

Laureata in Ingegneria Meccanica a Cambridge, Hannah è la ragazza a capo dello strategy team della Red Bull e viene giustamente guardata come uno dei gioielli della squadra

3 agosto 2022

Hannah Schmitz è il personaggio del momento, in F.1 Perché all'indomani del GP d'Ungheria, che ha ancora una volta esaltato la valenza determinante della tattica giusta, tale da proiettare in una clamorosa vittoria Max Verstappen, partito decimo, la ragazza a capo dello strategy team della Red Bull viene giustamente guardata come uno dei gioielli della squadra ormai proiettata verso una possibile doppietta iridata, Piloti e Costruttori.

Laureata in Ingegneria Meccanica a Cambridge, Hannah è entrata a far parte della Red Bull nell'ormai lontano 2009 e vanta ormai ben tredici anni di militanza con il team di Milton Keynes, interrotta solo nel 2020 per il congedo maternità. Divenuta felicemente mamma, è tornata a tempo pieno a dirigere le strategie del drink team, brillando agli occhi di Horner e Marko per riuscire a prendere sempre e puntualmente la scelta giusta nell'arco di tempo minimo, tenendo conto di una messe di informazioni oceanica, tra tempi, analisi del remote garage, modelli matematici e immagini di camera car e a campo lungo: "Mediamente mi trovo a prendere molte decisioni importanti con un tempo di riflessione non superiore ai venti secondi, ma anche questo è il bello della sfida".

Prima del GP d'Ungheria, la sua prodezza più sontuosa l'aveva messa a segno in Brasile nel 2019, quando aveva fatto fermare Verstappen per un pit con un margine millimetrico per tornare in testa su Hamilton, meritando addirittura d'essere chiamata sul podio, per dividere con Max gli onori del trionfo. Anche a Montecarlo lo stesso Marko aveva sottolineato l'importanza delle rotte tattiche tracciate da Hannah, che era riuscita a beffare la Ferrari data per ultrafavorita. Adesso è tempo di un'altra virtuale doccia a base di champagne e di ulteriore meritata visibilità mediatica, in coincidenza con le discusse scelte che hanno visto la Ferrari finire fuori dal podio. In ogni caso, al di là di tutto, onore e gloria a Hannah Schmitz.  


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi