di Dario Lucchese

CAMPIONATO ITALIANO GRAN TURISMO

Il Campionato Italiano Gran Turismo è partito da Vallelunga sotto il segno delle Ferrari. A inaugurare la stagione è stato l’equipaggio della Ombra Racing, Alex Frassineti-Matteo Beretta, a segno in gara 1 dopo che il primo aveva fatto segnare anche la pole. A coronare il ritorno della Villorba Corse nella serie tricolore, in cui aveva conquistato il titolo nel 2010, è stato il secondo posto di Nicola Schirò e Giovanni Berton, su un’altra 458 Italia, che in gara 2 sono finiti nuovamente sul podio giungendo terzi e completando la tripletta Ferrari, con Lorenzo Casè-Stefano Gattuso vincitori in extremis con i colori della Scuderia Baldini 27 dopo il sorpasso operato all’ultimo giro sulla vettura di Luigi Lucchini-Mirko Venturi. Bene la Lamborghini Gallardo di Mirko Bortolotti-Alberto Viberti (Imperiale), terzi in gara 1. In Gt Cup successi di Mirko Zanardini-David Perel con la Gallardo di Bonaldi e dei fratelli Luca e Niki Pastorelli, sulla Porsche 997 della Krypton.

FORMULA 4 TRICOLORE

PARTENZA-1 La Prema ha ripreso il discorso da dove lo aveva interrotto lo scorso anno, ottenendo nel primo appuntamento della F.4 tricolore due vittorie con il neo-acquisto Ralf Aron. L’estone è stato il più veloce dei 26 piloti al via nelle qualifiche, andando poi a dominare gara 1 davanti a un ottimo João Vieira, in evidenza durante tutto il weekend con il team Antonelli, e al russo Robert Shwartzman (Mücke-Adac Berlin). Con la griglia invertita, inarrestabile è stata in gara 2 la marcia del tedesco Daniel Beckmann, compagno di Shwartzman, precedentemente coinvolto in un contatto con Marcos Siebert. Secondo ha concluso Bar Baruch, partito al palo e regolare con la vettura dell’Israel F4. Sul podio anche lo svizzero del team Jenzer, Lucas Maron. In gara 3 ad avere la meglio è stato ancora Aron, dopo una lotta in famiglia con il compagno di squadra Yu Zhou, giovane cinese della FDA. Terzo Matteo Desideri (Antonelli), alla fine il migliore tra gli italiani.

TRICOLORE PROTOTIPI

prototipi Il secondo appuntamento del Tricolore Prototipi non ha mancato di riservare sorprese. La prima è stata quella della vittoria ottenuta dal veterano Claudio Francisci, classe ’44, al via con la Lucchini-Alfa Romeo Cn4, che sul circuito di casa si è ritrovato il successo di gara 1 bello e servito dopo la penalizzazione inflitta a Marco Jacoboni, “reo” di avere anticipato di 40” il tempo minimo del pit-stop. Il secondo posto assoluto ed il primato fra le Cn2 è andato a Filippo Vita (Osella), con Walter Margelli terzo con una Norma-Honda. In gara 2, Davide Uboldi è stato il quarto vincitore su quattro gare, dopo che a Monza si erano imposti Giorgio Mondini e lo stesso Jacoboni. Quest’ultimo ha pagato due posizioni sulla griglia per una manovra nei confronti di Uboldi in gara 1 e ha poi scontato un drive through a causa di un contatto con Simone Iaquinta, ma ha ugualmente chiuso terzo, proprio dietro a Mondini, confermandosi leader della classifica.