L’Adria Motor Week ha preso il via oggi con la prima giornata di spettacoli e di prove libere per i protagonisti dei campionati Predator's Challenge, Trofeo Predator's e Formula X, con al via monoposto Formula Renault, Formula 4, Formula Abarth e Formula Gloria. Tra i cordoli, anche le storiche monoposto Formula Junior, la FX Touring Car Series, la GT Light e la sempre divertente Legends Cup.

La serie tricolore è pronta dunque a chiudere in bellezza una stagione ricca di grandi soddisfazioni con l’ultimo atto che assegnerà i titoli 2019 in palio. Per i protagonisti del campionato si tratterà di una vetrina assai prestigiosa, visto che tutte le manche decisive in programma nel pomeriggio di sabato 23 novembre saranno trasmesse anche in diretta televisiva su AutomotoTV (canale 228 Sky), mentre a conclusione del week-end si svolgerà anche il Gala di fine stagione che incoronerà i campioni con la consegna degli FX Awards.

La bagarre sarà ricca di spettacolo in pista: restano infatti da assegnare i titoli assoluti e di classe per quanto riguarda GT Light, Formula Class Junior Italia e FX Touring Car Series, mentre i piloti della Formula X e del Predator’s Challenge si sfideranno per l’assegnazione della Coppa Italia 2019. Inoltre, spazio allo spettacolo nella giornata di domenica 24 novembre, con sfide 1 contro 1 ad eliminazione in puro stile MotorShow.

SUZUKI AL VIA -  Il 2019 ha regalato molte soddisfazioni a Suzuki dal punto di vista sportivo. In occasione dell’Adria Motor Week, Suzuki premierà i suoi piloti più meritevoli come Lorenzo Codecà, da anni protagonista assoluto nel Cross Country e il pilota più titolato nel fuoristrada.

Il brianzolo, navigato dal friulano Mauro Toffoli, ha vinto quest’anno tutte le gare del campionato e si è aggiudicato il decimo tricolore con la Grand Vitara 3.6 V6 T1 preparata da Emmetre Racing.

Sotto i riflettori di Adria sfileranno anche i piloti della dodicesima edizione della Suzuki Rally Cup e quelli della ventesima stagione di Suzuki Challenge, che si corre con Grand Vitara 1.9 DDiS T2. Quest’ultima è la serie privata riconosciuta ufficialmente dalla Federazione ACI Sport più longeva e partecipata della storia dell’off-road a livello nazionale e ha visto svettare, quest’anno, i siciliani Alfio Bordonaro e Marcello Bono.

Durante l’Adria Motor Week, Lorenzo Codecà debutterà al volante della SWIFT gruppo R1, misurandosi con gli specialisti della Rally Cup in avvincenti prove a inseguimento. A sfidarsi, sabato 23 novembre, ci saranno alcuni dei piloti come ad esempio Fabio Poggio e Roberto Pellé.  Poggio, in particolare, ha trionfato nel Girone CIR con una SWIFT 1.0 Boosterjet R1. In pista correranno rallisti di valore, come Marco Longo, Nicola Schileo, Marco Soliani, Giovanni Pelosi e Gino Cerrutti.

RALLY ITALIA TALENT - Nei tre giorni dell’Adria Motor Week si svolgerà anche una tappa straordinaria di Rally Italia Talent 2020, organizzato per il settimo anno da ACI Sport e che avrà SWIFT Sport come Auto Ufficiale. Il casting, che si terrà sull’asfalto dell’International Raceway, farà da preludio alle nove selezioni regionali inserite nel calendario del Talent, la prima delle quali sarà nel fine settimana del 10 - 12 gennaio. Ad Adria saranno presenti alcuni esaminatori di Rally Italia Talent, che valuteranno gli aspiranti rallisti, chiamati a dar prova del loro talento su quattro SWIFT Sport, una delle quali dotata di skid. Al termine di ogni giornata sarà decretato un vincitore, che parteciperà poi a una gara individuata dall’organizzatore della manifestazione di Adria.

IL DRIFTING - All’Adria Motor Week scenderanno sulla pista veneta anche le mirabolanti auto da drifting. A guidarle, piloti d’eccezione, come il neocampione italiano della classe Pro Alberto Cona, il diciottenne Mariano Lavigna, campione italiano della categoria Pro2, e l’ingegnere dei traversi Gianluca Lazzaroni, che nella vita di tutti i giorni fa perizie assicurative ma nei weekend si trasforma in un caparbio e spettacolare pilota di drifting. A capitanarli, Emanuele Festival, il promoter del Campionato Italiano Drifting.

Nei giorni di Adria Motor Week abbiamo programmato delle esibizioni su un tracciato ricavato nel piazzale dell’area paddock e anche due turni in pista al giorno da 40 minuti”, ci spiega Emanuele Festival. “Il pubblico può salire a bordo gratuitamente per il taxi-drift. C’è un punto di accredito dove il nostro personale penserà a dare il casco e agli spettatori e ad allacciargli le cinture una volta saliti in macchina”.

DOMENICA LE SFIDE DELLE GRAN TURISMO E DEL TCR – Nella giornata di domenica, via alle spettacolari sfide a inseguimento fra i piloti del TCR, del GT e della Coppa Italia Turismo sul rettilineo della pista di Adria. Si potrà seguire l’evento dalle nuove tribune, appositamente realizzate.

AutomotoTV (canale 228 del bouquet di Sky) coprirà l’evento attraverso la programmazione live durante i momenti clou delle giornate di sabato e domenica.  

Biglietti: sabato o domenica € 12.00. Orari di apertura: sabato 23 novembre dalle 9.00 alle 21.00, domenica 24 novembre dalle 9.00 alle 18.00.