da Budapest (Ungheria): Alessandro Gargantini

Gara 3: Ocon anche sul bagnato

Esteban Ocon si è aggiudicato anche la terza gara prevista all’Hungaroring, disputata su un tracciato reso insidioso dalla caduta di alcune gocce di pioggia. Le precipitazioni si sono intensificate nel finale di gara, costringendo gli organizzatori a chiudere la corsa dopo 17 dei 21 giri previsti. Il diciannovenne driver della Prema è scattato un po’ a rilento dalla prima posizione in griglia, ma ha mantenuto la leadership chiudendo con molta decisione ogni varco ad Antonio Fuoco. L’italiano, che nell’occasione ha perso due posizioni, ha riconquistato la piazza d’onore grazie ad un bel sorpasso su Lucas Auer ed alla penalizzazione subita da Felix Rosenqvist, reo di aver violato i track limits. Quinto posto per Antonio Giovinazzi, preceduto da Max Verstappen. Soltanto sesto il vincitore di gara uno Tom Blomqvist, ora distanziato di ben 82 punti da Esteban Ocon al vertice della graduatoria generale. Decimo posto per il canadese della Prema Nicholas Latifi. Infine, Michele Beretta della Eurointernational ha chiuso ventunesimo. Il prossimo appuntamento di campionato sarà a Spa, fra due settimane.

Gara 2: Antonio Fuoco secondo dietro Ocon

La seconda prova della terza serie continentale, disputata sui saliscendi dell’Hungaroring, ha evidenziato un netto predominio del francese diciannovenne della Prema Esteban Ocon. Scattato dalla pole, il ragazzo che viene dalla Normandia, non ha avuto esitazioni allo start ed condotto la gara dal primo all’ultimo giro. La corsa ha avuto un andamento molto regolare, con pochi sorpassi. Alle spalle del vincitore, si è creato un trenino composto dal convincente Antonio Fuoco, Lucas Auer e Felix Rosenqvist. Sesta posizione per Antonio Giovinazzi, preceduto dal vincitore di gara uno, il britannico Tom Blomqvist. Invece Max Verstappen è stato penalizzato da un drive-trough per non aver rispettato i track limits. In casa Prema, oltre agli eccellenti Ocon e Fuoco, va segnalato il nono posto del canadese Nicholas Latifi. Mentre Michele Beretta dell’Eurointernational ha avuto un problema allo start ed ha chiuso con un giro di ritardo. In vetta alla graduatoria generale dell'EuroF3, Ocon ha portato a 67 punti il suo vantaggio su Blomqvist. Gara 3, l’ultima del weekend in Ungheria, è prevista nel pomeriggio alle 16.50.

Gara-1: Blomqvist precede Ocon e Rosenqvist

EuroF3_Budapest_start1 Terza vittoria stagionale per il diciannovenne britannico Tom Blomqvist, dominatore della prima manche dell'EuroF3 disputata sul tracciato alle porte di Budapest. Il figlio del famoso Stig, campione del mondo rallye nel 1984, ha beffato al via il poleman Esteban Ocon, scattato a rilento. Una volta conquistata la leadership della gara, Blomqvist ha agevolmente distanziato il rivale, mettendosi al riparo da qualsiasi attacco. I venticinque punti conquistati consentono al vincitore di recuperare sette punti in graduatoria generale sul francese della Prema, portando il suo svantaggio a cinquanta punti. Terza posizione per Felix Rosenqvist, che ha preceduto il compagno di scuderia Lucas Auer. I nostri portacolori non hanno raccolto buoni risultati. Michele Beretta si è ritirato a causa di un problema al cambio nei primi metri di gara. Antonio Giovinazzi ha piegato l’ala anteriore in un contatto con Gustavo Menezes ed è stato costretto al ritiro. Antonio Fuoco è scattato a rilento ed è stato punito con due drive-through, prima per mancato rispetto dei track limits e, successivamente, per aver oltrepassato la linea bianca in uscita della corsia box. Riccardo Agostini non ha preso il via, avendo interrotto il suo impegno nella categoria. La seconda frazione è prevista domani mattina. EuroF3_Budapest_Blomqvist EuroF3_Budapest_podio1