C'è una seconda categoria GT in corsa a Le Mans: chiamata GT/AM per diversificarla dalle GT/Pro dove il termine “AM” sta per "Amatori”. Le macchine sono uguali a quelle dei GT/pro, sempre Granturismo Ferrari 458, Porsche 911, e Aston Martin Vantage V8, ma qui non ci sono le Corvette. Questa categoria serve a far correre i piloti gentleman, ma ogni equipaggio può avere al volante per regolamento un pilota professionista (ovvero che sia in possesso di licenza gold) e un altro in possesso di licenza inferiore silver che comunque viene rilasciata a piloti semi-professionisti). Il gentleman quindi di solito finisce per essere uno solo dei tre. Ma da quest'anno per regolamento i gentlemen devono guidare per almeno 4 ore, per evitare che la macchina la portino avanti in classifica solo i piloti professionisti. Complessivamente la Gt degli Amatori è la classe più numerosa con 19 vetture al via, ed è quella dove la presenza italiana è più massiccia. Sono 11 le Ferrari 458 presenti. Otto i piloti italiani in gara in Am: Gianluca Roda, Paolo Ruberti, Michele Rugolo, Andrea Bertolini, Mirko Venturi, Marco Cioci, Lorenzo Casé e Raffaele Giammaria. E un solo team italiano, ma di massiccia presenza, AF Corse, impegnata con 6 vetture. L’equipaggio di punta della Ferrari dovrebbe essere la n.81 di Bird-Rugolo-Wyatt. Ma una vettura molto competitiva è la Ferrari n.90 di Ruberti-Roda-Montecalvo. E poi le Aston Martin n.95 e 98. È in questa classe che corre con la Porsche n.77 l'attore Patrick Dempsey, star di Grey's Anatomy. Tutti gli iscritti alla 24 Ore di Le Mans e i numeri di gara