da Zandvoort: Alessandro Gargantini Al termine di una corsa pazza, dove l’intervento di ben quattro safety-car ha fatto saltare ogni strategia, lo svedese Mattias Ekstroem ha centrato un importante successo che garantisce all’Audi il primo successo stagionale e la rilancia nella corsa per il titolo costruttori nel DTM. Il biondo nordico, che pur era stato retrocesso dal quarto al nono posto in griglia per aver ostacolato Gary Paffett in Q1, in corsa non ha commesso errori ed ha potuto fare la differenza con le gomme option nel finale. La gara era vissuta inizialmente sul duello tra Mike Rockenfeller e Marco Wittmann, scattati dalla prima fila, ma alla fine penalizzati dalle tante neutralizzazioni. Il nuovo DTM-Meister della BMW è comunque riuscito a conquistare la piazza d’onore davanti al compagno di marca Martin Tomczyk, mentre Rockenfeller è precipitato nelle retrovie. Davvero sensazionale la corsa di Edoardo Mortara. L’italiano di Ginevra, retrocesso in ultima posizione in griglia poiché il suo splitter era stato montato in posizione troppo bassa in qualifica, è stato autore di una grintosa rimonta che l’ha portato a ridosso del podio. Edo è stato autore di una lotta incredibile nel finale, quando con pneumatici standard è riuscito a contenere gli attacchi di Christian Vietoris e Maxime Martin, che pure avevano le gomme option. A Zandvoort c'era molta attesa per il il debutto della nuova Mercedes C-Coupé, destinata esclusivamente a Christian Vietoris. Vistosamente rivista nell’aerodinamica, la nuova arma della Casa della ha positivamente impressionato, nonostante il tedesco abbia accusato problemi allo sterzo in qualifica. Soltanto in occasione del prossimo appuntamento di Hockenheim, quando tutti piloti di Toto Wolff disporranno del nuovo modello, si potrà fare una valutazione più corretta. In classifica generale del DTM, il successo odierno consente a Mattias Ekstroem di salire a 81 punti e di occupare in sicurezza la piazza d’onore alle spalle del nuovo Meister Marco Wittmann (146). Mentre Edoardo Mortara rimane quarto alle spalle di Vietoris ma entrambi ancora in lotta per il secondo posto finale, a quota 68 e 69 rispettivamente, quando "Rocky" è invece ormai fuori dai giochi con 54 punti, visto che manca solo una gara al termine. Motorsports / DTM 9. race Zandvoort DTM_Zandvoort