La preparazione del campionato 2015 del TCR, la nuova serie internazionale Turismo con vetture più simili a quelle di serie e quindi meno costose, prosegue bene e cominciano a delinearsi le partecipazioni, fra quelle più certe e quelle solo possibili. «Vedremo almeno cinque marchi nel 2015 - ha detto Marcello Lotti, responsabile della serie - con Seat, Honda, Volkswagen, Ford e Opel. Inoltre abbiamo altri tre costruttori interessati, ma non posso ancora dire quali». «Stiamo organizzando un primo test per il BoP (Balance of Performance, ndr) a inizio febbraio, e probabilmente in quella occasione dovremmo poter rivelare questi tre altri marchi», ha proseguito Lotti. Infatti, con la prima gara prevista a Sepang per fine marzo (in concomitanza con la F1) un “anticipo” di questa categoria sarà possibile averlo grazie a una sessione di prove per verificare le prestazioni delle diverse vetture e poterle bilanciare di conseguenza, in modo da assicurare equilibrio ai concorrenti. Sono al momento previste 12 gare un po’ in tutto il mondo, con tappa in Italia a Monza per fine maggio e campionati anche specifici per Asia e Usa, ma non è considerato alcun appuntamento in Gran Bretagna: «In Inghilterra abbiamo una tradizione leggendaria per quanto riguarda le categorie Turismo, ma proprio per questo c’è già il BTCC (British Touring Car Championship, ndr) e noi abbiamo deciso di dare priorità a quei Paesi dove non ci sia un forte campionato per vetture Turismo. Per cui non credo che potremo organizzarvi una gara di TCR finché il BTCC sarà così prevalente». Maurizio Voltini

Il campionato TCR 2015

29 marzo        Sepang (Malesia)
12 aprile       Shanghai (Cina)
3 maggio        Valencia (Spagna)
10 maggio       Portimao (Portogallo)
24 maggio       Monza (Italia)
31 maggio       Salzburgring (Austria)
21 giugno       Sochi (Russia)
26 luglio       Buenos Aires (Argentina)
9 agosto        Codegua (Cile)
20 settembre    Marina Bay (Singapore)
25 ottobre      Buriram (Tailandia)
22 novembre     località da stabilire