Una decina di giorni fa abbiamo visto come un costruttore di automobili, la Chevrolet, ipotizzerebbe una futura monoposto da corsa. Oggi vi proponiamo invece un filmato che rappresenta la “visione” di una possibile futura gara. A immaginarla è però stavolta un costruttore di pneumatici, Hankook, che dunque vede un futuro “alternativo” dal suo punto di vista: in questo caso si ipotizza che i pneumatici impiegati possano cambiare la forma del battistrada in movimento e adattarsi così quasi istantaneamente alle condizioni del fondo. Non solo asfalto, quindi, ma anche sterrato, neve, acqua (nel senso proprio di guado, non solo di pioggia…) e quant'altro. Rendendo dunque possibili gare affrontate (ma solo dalla vettura equipaggiata con tali pneumatici, ammesso li si possa ancora chiamare così) come una sorta di SuperRallyCross, anche se certe “sportellate” mostrate nel video potrebbero far pensare magari a un “demolition derby”, piuttosto. Oppure alle Wacky Races… Dunque guardate il filmato e diteci se vi garberebbe un futuro racing di questo tipo. Senza dimenticare tuttavia che non siamo poi così fuori dalla realtà. Infatti è stato allo scorso Salone di Essen che la Hankook ha rivelato quel set di pneumatici “concept” futuristici, ideato in collaborazione con l’Università di Design, Ingegneria e Affari di Pforzheim, in Germania, secondo le direttive del “Design Innovation Project” che ricercava ruote in grado di adattarsi a qualsiasi superficie. Ne sono scaturiti tre modelli, sempre “concept” beninteso: Boostrac, che presenta un battistrada a blocchi esagonali che si possono espandere o compattare; Alpike, che allargando la circonferenza con borchie e scanalature, alza l’assetto e si adatta alla neve; HyBlade, che affronta l’acqua con un battistrada da “ruota idraulica” con tanto di palette laterali. Vediamo come si comporterebbero in azione. Maurizio Voltini Hankook1 Hankook3 Hankook4 Hankook5