da Monza: Maurizio Voltini Il secondo appuntamento del Campionato Italiano Gran Turismo, a Monza, ha visto un successo completo della Lamborghini Gallardo con l'equipaggio composto da Mirko Bortolotti e Alberto Viberti, che dopo la gara del sabato si sono aggiudicati anche quella di domenica. La corsa è sempre stata sotto il diretto controllo del duo, che ha allungato fin dal via con Bortolotti e poi con Viberti ha tenuto un margine di sicurezza. Inizialmente Luigi Ferrara ha tenuto la seconda posizione mentre nella lotta per il terzo posto fra Joel Camathias e Marco Mapelli se ne approfittava Nicola Schirò. Che, una volta sostituito sulla Ferrari 458 della Villorba da Giovanni Berton, vedeva difendere il secondo posto finale dalla pressione di Stefano Gattuso (sull'altra Ferrari condivisa con Lorenzo Casé). Fuori dal podio invece Marco Magli che aveva ereditato da Ferrara la terza della 458 nelle prime quattro posizioni (di Easy Race, dopo quella della Scuderia Baldin), e a seguire la Porsche Autorlando guidata da Camathias e Mario Calamia. La prima delle Audi è quella di Rinaldo Capello e di Emanuele Zonzini, che però è stata protagonista di un episodio increscioso quando "Dindo" è arrivato lungo al pit-stop travolgendo uno dei suoi ingegneri, per il quale è stata necessaria l'assistenza medica. In GT Cup il successo è andato invece alla coppia composta da Sossio Del Prete e Dario Caso, su un'altra Ferrari. Prossimo appuntamento a Imola nel weekend del 28 giugno.