da Norimberga (Germania): Alessandro Gargantini Convincente successo di Pascal Wehrlein, che ha posto fine al predominio Audi nel DTM che perdurava da ben nove mesi. Il pilota tedesco della Mercedes, che scattava dal quinto posto in griglia, aveva scelto di prendere il via con le gomme slick, nonostante la pista fosse ancora bagnata. Dopo una prima fase parecchio complicata, il terzo pilota della Mercedes F1 ha guadagnato posizione su posizione e, approfittando dei numerosi cambi gomme dei rivali che erano partiti con le gomme da bagnato, si è ritrovato al vertice. Nel finale di gara sono arrivate alle sue costole le vetture gemelle di Wickens, Paffett e Vietoris, che però non hanno attaccato la leadership ed hanno composto, in parata, un poker tutto Mercedes. Positiva quinta posizione per Bruno Spengler, che pure era partito con le slick. Jamie Green, settimo, è stato il migliore tra i piloti Audi. Il britannico si è urtato con Paul di Resta, che ha dovuto ritirarsi con una sospensione danneggiata. Il campione in carica Marco Wittmann ha chiuso in nona posizione. Bene Daniel Juncadella, che con il decimo posto ha conquistato la zona punti, confermando il buon momento del Muecke Motorsport. Gara in ombra per Edoardo Mortara. L’italiano di Ginevra, in ritardo in qualifica, non è riuscito ad andare oltre l’undicesima posizione. Mortara mantiene comunque la seconda posizione in graduatoria generale in coabitazione con Mattias Ekstroem, pur distaccati da ben ventitre lunghezze dal leader Jamie Green. Da segnalare che la gara è stata neutralizzata per alcuni giri a causa di un contatto allo start che ha visto protagonisti Molina, Auer e Blomqvist. Gara due è prevista domani alle ore 15,15. DTM Noris