GP3 Sochi: Ocon si avvicina a Ghiotto

GP3 Sochi: Ocon si avvicina a Ghiotto
Dopo aver vinto gara1 Ghiotto cede a Ocon in gara2 (vinta da Eriksson) e gli restano solo due punti di vantaggio

Redazione

11 ottobre 2015

di Massimo Costa Ad appena un paio di ore dalla disputa della prima corsa, la GP3 è tornata in pista per la seconda corsa. Jimmy Eriksson ha sfruttato alla perfezione l’ottavo posto di gara 1, che gli ha permesso di partire dal palo. Lo svedese del team Koiranen nelle prime curve si è dovuto difendere da Matthew Parry e da Antonio Fuoco che scattava dalla seconda fila, ma è riuscito a tenere la testa per non mollarla più. Dietro di lui, Fuoco ha dato spettacolo, cercando disperatamente di salire sul podio e rimediando anche una bandiera bianco-nera per comportamento scorretto nei confronti di Esteban Ocon, ma non ce l’ha fatta, concludendo quarto, staccato di 6” dal terzo, il compagno nel team Carlin, Jann Mardenborough, che come nella prima frazione ha terminato davanti a lui. Bella la prova di Ocon che dalla settima piazzola ha recuperato forte, alla Ghiotto, acchiappando il secondo posto finale. Punti pesantissimi per il francese, che continua a conquistare seconde posizioni (è la nona volta consecutiva) mentre questa volta l’italiano della Trident, dopo la grande vittoria di gara 1, si è piazzato soltanto ottavo. Ghiotto ha faticato a districarsi a centro gruppo (partiva ottavo) e quando ha sferrato l’attacco ad Emil Bernstorff per salire quinto, è stato accompagnato nella via di fuga scivolando così in nona piazza. Forse anche per un leggero contatto al via con Ocon, la vettura di Luca non era performante come al solito e soltanto all’ultimo giro è riuscito ad avere ragione di Alex Palou, conquistando l’ottava posizione e un punticino. Ghiotto, però, ha Ocon a sole due lunghezze: 196 punti per Luca contro i 194 del francese. Non è partito in gara 2 Kevin Ceccon per i danni riportati alla sua vettura nella prima corsa, mentre Michele Beretta ha terminato tredicesimo dopo una bella rimonta. In precedenza era successo che...

GP3 Sochi: in gara 1 Ghiotto è travolgente

GP3 Questa volta sembrava che il podio dovesse essere solo una illusione per Luca Ghiotto. Invece... Il vicentino della Trident, che partiva dalla quarta fila, è stato travolgente e al via, complice anche lo stallo di Kevin Ceccon e Matheo Tuscher (terzo e secondo sullo schieramento), da settimo è balzato terzo; poi, alla prima staccata, ha infilato Emil Bernstorff. Ghiotto si è così lanciato all’inseguimento del poleman Esteban Ocon, finalmente primo in qualifica, praticamente incredulo nel ritrovarsi alle spalle il suo incubo stagionale, già dopo tre curve. Ghiotto non ha avuto pietà e con decisione si è subito sbarazzato del francese del team ART, poco attento, in quanto gli ha lasciato la porta aperta. Luca ha messo tra sé e il campione FIA F.3 2014 diversi metri andando a vincere la quarta gara stagionale con 1”5 di vantaggio. Muso lungo sul podio per Ocon (e per tutto il team ART), che non ha per nulla digerito l’ottavo secondo posto consecutivo. Terzo Bernstorff che ha preceduto Alex Palou, Jann Mardenborough e Antonio Fuoco. Il giovane della FDA era quinto, ma è stato superato dal compagno di squadra inglese. Per Fuoco il ritorno in zona punti dopo tre gare negative. Solo nono Marvin Kirchhofer, terzo in campionato. Peccato per Ceccon che era in seconda fila e pregustava il podio. Ma ha sbagliato la partenza, venendo evitato da tutti non senza rischi. In fondo al gruppo, è stato centrato al 1° giro da Alex Bosak all’ultima curva. Al traguardo Michele Beretta, abituale protagonista del FIA F.3 e al debutto assoluto in GP3 con la terza vettura della Trident. Il milanese, 12° in qualifica, ha subito perso posizioni. Stava recuperando dopo due bei sorpassi a Sandy Stuvik e Alex Fontana, ma un testacoda lo ha relegato al 18° posto finale. Nella classifica di campionato Ghiotto resta leader con 198 punti contro i 180 di Ocon.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi