Il Red Bull Ring ha regalato una gara elettrizzante per il terzo round della European Le Mans Series. Dopo oltre due mesi di pausa dalla gara di Imola, il paddock era in fermento e lo si è visto nei 160 giri che hanno animato la 4 Ore austriaca. La vittoria è andata al team TDS by Thiriet che ha visto il trittico Thiriet/Beche/Hirawaka aggiudicarsi il secondo successo consecutivo dell’anno. Annientata la concorrenza con un’altra Oreca 05-Nissan sul secondo gradino del podio, quella del team Eurasia al miglior risultato in campionato, che ha chiuso a 51”622 dalla vetta. Graziati dal doppiaggio i leader di campionato di casa G-Drive Dolan/Tincknell/VanDerGarde che hanno avuto una gara difficile contraddistinta da una foratura ed un contatto, che gli ha comunque permesso di mantenere la leadership in classifica.

In LMP3 sfuma per un contatto nelle terza ora di gara la prima vittoria di Eurointernational, con la serie continentale che vede la prima affermazione del team Duqueine Engineering composto da Hallyday/Lunardi/Droux. Successo di una Ferrari in LMGTE, quella del team JMW con alla guida Andrea Bertolini la fianco di Smith e Butcher. Attardata dalla strategia invece la Porsche di casa Proton che aveva in equipaggio gli italiani Matteo Cairoli e Gianluca Roda al fianco di Reid.

Le Top-3 di classe

LMP2
1 - Thiriet/Beche/Hirakawa (Oreca 05-Nissan) – TDS – 160 giri
2 - Pu/DeBruijn/Gommendy (Oreca 05-Nissan) – Eurasia – 51”622
3 - Dolan/Van Der Garde/Tincknell (Gibson 015S-Nissan) – G Drive – 59”108

LMP3
9 - Hallyday/Lunardi/Droux (Ligier JSP3-Nissan) – Duqueine – 9 giri
10 - Brundle/Guash/England (Ligier JSP3-Nissan) – United – 9 giri
11 - Woodward/Kaiser/Swift(Ligier JSP3-Nissan) – Panis Barthez – 9 giri

LMGTE
13 - Smith/Butcher/Bertolini (Ferrari 458) – JMW – 9 giri
17 – Perazzini/Cioci/Aguas (Ferrari 458) – AF – 10 giri
18 - Talkanitsa Sr&Jr/PierGuidi (Ferrari 458) – AT – 10 giri