La Race of Champions sbarca in America

La Race of Champions sbarca in America© raceofchampions.com

Appuntamento a Miami nello stadio dei Marlins, per il debutto in terra statunitense della manifestazione. Vettel, Busch e Hunter-Reay i primi piloti annunciati

Redazione

24 agosto 2016

Attraversa di nuovo l'Atlantico, la Race of Champions. Nel 2014 toccò alle Barbados, il 21 e 22 gennaio prossimi sarà la volta degli USA, di Miami. Debutto nel continente nordamericano per la spettacolare corsa che mette a confronto i migliori protagonisti del motorsport, lo scorso anno in scena nella cornice dello stadio Olimpico di Londra, dove Sebastian Vettel ebbe la meglio in finale su Tom Kristensen.

Si correrà nello stadio di Marlins Park, solitamente teatro delle parite dell'omonima squadra di baseball. «Sono molto contento di aver vinto finalmente lo scorso anno il titolo individuale della Race of Champions allo stadio Olimpico di Londra e non vedo l'ora di difenderlo a Miami. Tutti i piloti sono forti e il meglio dei rappresentanti statunitensi, dalla Nascar e dalla IndyCar, avranno motivazioni extra per vincere in casa, nella prima occasione in cui si correrà nel loro paese», ha commentato Vettel.

I primi nomi a essere annunciati dall'organizzazione, oltre al pilota tedesco, sono quelli di Kurt Busch, dalla Nascar - un ritorno alla ROC, dopo la partecipazione nel 2014 - e di Ryan Hunter-Reay, campione IndyCar, alla quarta presenza di fila. 

Non cambia la formula dell'evento: macchine uguali per tutti i 16 piloti attesi in azione, gara individuale al sabato e gara per squadre nazionali domenica. «Sarà la prima volta che la Race of Champions si correrà in uno stadio di baseball, sono curioso di scoprire la conformazione del circuito. E' una gara che ci ricorda perché noi tutti abbiamo iniziato a correre, si tratta di competizione allo stato puro, molto intensa in pista, dove tutti vogliono vincere, ma al tempo stesso col desiderio di offrire un grande spettacolo al pubblico», ha aggiunto il ferrarista.

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi