HOCKENHEIM - Non pago di aver festeggiato la conquista del titolo di campione della categoria nel precedente appuntamento di Imola, Lance Stroll ha imposto la sua legge dominando anche la prima manche della finale di Hockenheim. Il nordamericano della Prema nel corso del primo giro era stato attaccato dai compagni di team Nick Cassidy e Maxi Gunther, che avevano preso per qualche istante la leadership della corsa. Il pilota di Montreal ha però istantaneamente reagito e nel giro di un paio di curve ha riconquistato la prima posizione.

Una volta al comando, Stroll ha rifilato un distacco di oltre sei secondi al resto del gruppo. Alle spalle del vincitore, Gunther ha presto sopravanzato Cassidy, che ha danneggiato le proprie gomme con un paio di bloccaggi. Quarta posizione per Ralf Aron, che al termine di una corsa regolare ha regalato uno storico poker al team veneto. Primo tra gli “altri” è stato il brasiliano della Red Bull Sergio Sette Camara, seguito sotto la bandiera a scacchi da Joel Eriksson e George Russell.

Nel corso dell’ultimo giro uno spettacolare incidente ha visto protagonisti Jake Hughes e Anthoine Hubert, penalizzato di cinque secondi per aver chiuso il britannico all’arpino. I due si contendevano la settima posizione. La seconda corsa del fine settimana prenderà il via nel pomeriggio alle ore 17:05.