Carl Edwards è tornato a saltare a Bristol: il pilota del Joe Gibbs Racing, partito dalla pole nell’ottavo round della Nascar Sprint Cup Series 2016, si è imposto sul corto “stadio” del Tennessee dominando 276 giri su 500 in programma e tornando ad esibirsi con la sua celebre piroetta davanti al pubblico. Per lui, non ci sono stati avversari, anche perché, visto il momento di forma delle Toyota Camry, ad impensierirlo potevano essere solo i compagni di squadra che sono invece tutti stati spazzati via da forature. Forse, esagerando con gli assetti, si sono stressate troppo le anteriori destre: sta di fatto che Kyle Busch, Matt Kenseth e Denny Hamlin non hanno avuto vita facile. Il primo, vincitore delle trasferte precedenti, è finito a muro addirittura due volte a causa delle gomme, subendo anche un contatto da Chris Buescher in un’altra occasione. Kenseth, che era riuscito a portarsi al comando, non è stato più fortunato, finendo KO al giro 187, mentre Hamlin si è dovuto accontentare della top-20, arrivando anche ai ferri corti con Danica Partick in occasione di una lotta tra i due. Al secondo posto ha così terminato, con un mezzo miracolo, Dale Earnhardt Jr. Il pilota di casa Hendrick l’aveva combinata grossa al via, attivando involontariamente l’interruttore che blocca il motore e perdendo due giri, ma ha comunque recuperato: alla fine ha vinto il duello con Kurt Busch, che proprio ad inizio gara era stato bloccato dalla sua defaillance. In quarta piazza, Chase Elliott ha continuato nella sua progressiva crescita: dopo il quinto posto in Texas, si è migliorato ulteriormente mettendo in mostra le doti che ci si aspetta dal... sostituto di Jeff Gordon. Da segnalare anche la top-5 di Trevor Bayne col team Roush, ormai da tempo spettro della scuderia di primo piano di un tempo, oltre alla sesta posizione di Matt DiBenedetto con il BK Racing. Il pilota di origini italiane, solitamente confinato nelle posizioni di rincalzo, è scoppiato in lacrime all’arrivo dopo aver tenuto dietro un mostro sacro come Kevin Harvick per il suo miglior risultato in carriera. Top-10 per Joey Logano, che ha perso un giro per una penalità dovuta ad una gomma rotolata fuori dalla piazzola ai box. Il suo compagno Brad Keselowski ha chiuso diciottesimo. Marco Cortesi L’ordine di arrivo della Food City 500 di Bristol, ottava tappa della Nascar Sprint Cup Series 2016. 1 - Carl Edwards (Toyota) – Gibbs - 500 giri 2 - Dale Earnhardt Jr. (Chevy) - Hendrick - 500 3 - Kurt Busch (Chevy) – Stewart/Haas - 500 4 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 500 5 - Trevor Bayne (Ford) – Roush - 500 6 - Matt DiBenedetto (Toyota) - BK Racing - 500 7 - Kevin Harvick (Chevy) – Stewart/Haas - 500 8 - Clint Bowyer (Chevy) – Hscott - 500 9 - Ryan Newman (Chevy) Childress - 500 10 - Joey Logano (Ford) – Penske - 500 In campionato 1. Kevin Harvick 287; 2. Carl Edwards 286; 3. Jimmie Johnson 271; 4. Joey Logano 266; 6. Kyle Busch 262. nascar2 nascar3 nascar4