Gran Premio di Monaco e Indy 500. Nello stesso fine settimana sono andati in scena due tra i più celebri spettacoli del motorsport internazionale. Se a Montecarlo c’era (tra gli altri) Justin Bieber ad accogliere il vincitore nonché amico Lewis Hamilton, a Indianapolis c’era un’altra star di prima grandezza, Stefani Joanne Angelina Germanotta, meglio conosciuta come Lady Gaga.

 

L’istrionica artista non è nuova ai circuiti (nel 2011 tenne un concerto dopo il GP d’India di Formula 1), ma la sua apparizione di ieri all’Indianapolis Motor Speedway è stata veramente speciale. Ad accoglierla c’era nientemeno che l’Eroe dei due mondi, Mario Andretti, padrone di casa alla Indy 500 che ogni anno ospita una celebrità per il giro di lancio. Ieri l’onore è toccato proprio a Lady Gaga che, smessi i suoi abituali panni succinti, si è infilata tuta e casco per sedersi alle spalle della leggenda sulla sua monoposto\biposto. A Mario non è andata affatto male: inizialmente avrebbe dovuto portare a spasso Keith Urban, famoso cantante country infortunatosi alla schiena alcuni giorni prima della gara. Prima della gara il vincitore della Indy edizione 1969, dopo aver ricevuto un bacio dalla star ha commentato ridendo: “Mi ha sussurrato all'orecchio che avrei dovuto portare scarpe coi tacchi come lei. La prossima volta sarò più alto!”