Nascar, Edwards vince sotto la pioggia

Nascar, Edwards vince sotto la pioggia

In Texas il pilota di Joe Gibbs conquista un posto nella finale Nascar 2016

Marco Cortesi

7 novembre 2016

Con una vittoria a Fort Worth, Carl Edwards è riuscito a centrare l’accesso al ristretto novero di piloti che si giocheranno il titolo Nascar tra due weekend a Homestead. Il pilota del team Gibbs, che a dispetto di un potenziale riconosciuto da tutti non è mai riuscito ad imporsi in campionato mancando l’obiettivo anche in modo rocambolesco, avrà una nuova chance quest’anno contro gli altri tre “finalisti”, due dei quali verranno decisi il prossimo weekend a Phoenix. Prima rinviata di quasi sei ore, e poi chiusa con 40 giri d’anticipo, la gara ha visto Edwards prendere il comando delle operazioni con un pit-stop velocissimo, controllando gli ultimi 36 passaggi prima della conclusione definitiva delle ostilità causata dall’intensificarsi delle precipitazioni.

Al secondo posto ha terminato Joey Logano, che aveva controllato le prime fasi con la Ford numero 22 del team Penske, ma che ha perso nel finale quello slancio che avrebbe potuto portarlo a recuperare. Per puntare al titolo, il ventiseienne del Connecticut dovrà, come tutti gli altri a parte Jimmie Johnson ed Edwards, sperare di conquistare un successo a Phoenix o di risultare il miglior “non vincente” in graduatoria. Terzo e quarto posto a Fort Worth per due dei piloti già eliminati dalla Chase for the Cup, Martin Truex Jr. e Chase Elliott. Proprio insieme a Logano ed Edwards, Truex è stato protagonista di una serie di sfide in pit-lane tra i rispettivi team: il balletto delle soste si è rivelato fondamentale. Con un bel recupero dopo un inizio di weekend difficile, Kyle Busch ha terminato quinto.

Nella fase conclusiva non ha influito sulla bagarre al vertice un contatto tra Austin Dillon e Kevin Harvick che ha però generato scintille tra i due. A causa di un errore di Dillon, Harvick, in piena scia, ha colpito leggermente il paraurti della Chevy numero 3, spingendola di fatto nelle barriere: dopo il turbolento addio di Harvick al team Childress e le polemiche con la dirigenza per il “superpotere” dato secondo lui ai fratelli Dillon (nipoti di Richard Childress), la rivalità si arricchisce di un altro capitolo.

Harvick ha poi terminato sesto davanti a Matt Kenseth, Kasey Kahne, Denny Hamlin e Ryan Newman, mentre Jimmie Johnson si è piazzato all’undicesimo posto. Corsa da dimenticare per Kurt Busch, ventesimo in una giornata caratterizzata da pochi incidenti e con limitate chance di recupero per i piloti finiti in difficoltà.

L’ordine d’arrivo della AAA 500 di Fort Worth, trentaquattresima prova della Nascar Sprint Cup Series 2016 ed ottava della Chase For The Cup, round of 8:

1 - Carl Edwards (Toyota) – Gibbs - 293 giri

2 - Joey Logano (Ford) – Penske - 293

3 - Martin Truex Jr. (Toyota) - Furniture Row - 293

4 - Chase Elliott (Chevy) – Hendrick - 293

5 - Kyle Busch (Toyota) – Gibbs - 293

6 - Kevin Harvick (Chevy) – Stewart/Haas - 293

7 - Matt Kenseth (Toyota) – Gibbs - 293

8 - Kasey Kahne (Chevy) – Hendrick - 293

9 - Denny Hamlin (Toyota) - Gibbs giri - 293

10 - Ryan Blaney (Ford) – Wood - 293

In campionato

1. Jimmie Johnson 4074*; 

2. Joey Logano 4074; 

3. Kyle Busch 4074; 

4. Matt Kenseth 4073; 

5. Denny Hamlin 4072; 

6. Kevin Harvick 4056; 

7. Carl Edwards 4049*.

 

* Ammessi di diritto al Round of 4

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi