Successo di prepotenza per Josef Newgarden nella seconda gara del weekend IndyCar in Iowa. Sulla pista di Newton, un corto ma velocissimo ovale che mette a dura prova il fisico e la meccanica, il campione in carica ha subito allungato, portandosi al comando con apparente facilità e risultando intoccabile. Stavolta, non è però stato "fregato" dalla safety-car, così come buona parte dei top-driver: al giro 179, una toccata di Ryan Hunter-Reay contro le barriere aveva il potenziale per impattare sulla classifica, ma non è stato così regalando un risultato relativamente cristallino. In realtà, Patricio O'Ward e Conor Daly si sono trovati in difficoltà per colpa della caution, ma erano già stati penalizzati anche da problemi ai box. Il messicano, dal secondo si è trovato scaraventato nelle retrovie dopo un'altra gara di testa col team McLaren. L’americano, si è messo comunque in mostra col team Carlin.

Ha guadagnato approfittando della situazione invece Graham Rahal, che dalle retrovie è riuscito a concludere terzo, anche però per via di un passo eccellente della sua vettura nonostante la brutta qualifica. Top-5 per i soliti... Simon Pagenaud e Scott Dixon, che si sono finora distinti per la capacità di massimizzare situazioni difficili. Il francese è partito di nuovo ultimo per i guai in qualifica mentre Dixon, diciottesimo al via, ha centrato punti importanti per mantenere il proprio vantaggio in classifica. Sesta piazza per il debuttante della McLaren Oliver Askew, anche lui favorito dalla neutralizzazione.

Ancora in crisi il team Andretti. Alexander Rossi è stato il rappresentante top della squadra motorizzata Honda, solo settimo, mentre Ryan Hunter-Reay ha commesso lo stesso errore di gara 1, centrato le barriere perdendo il posteriore fuori dai box: ieri era stato "graziato", oggi ha piegato una sospensione. 

L'ordine di arrivo di Gara 2 all'Iowa Speedway: 

1 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 250 giri
2 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 2”2869
3 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 3”5649
4 - Simon Pagenaud (Dallara-Chevy) – Penske - 6”1241
5 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 6”5753
6 - Oliver Askew (Dallara-Chevy) - McLaren SP - 16”0009
7 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – Shank - 16”6183
8 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 17”8869
9 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 18”5207
10 - Marco Andretti (Dallara-Honda) – Andretti - 20”0176

In campionato

1. Dixon 244; 2. Pagenaud 195; 3. Newgarden 191; 4. O'Ward 162; 5. Power 142.