Vittoria di Josef Newgarden nell'appuntamento di Gateway dell'IndyCar che ha anche cambiato il volto delle prime posizioni in classifica. Sul corto tracciato "a uovo" della periferia di St. Louis, Newgarden ha approfittato di un problema tecnico occorso a Colton Herta, che lo aveva passato poco dopo la metà gara. Il due volte campione si era trovato al comando uscendo dal primo pit-stop davanti a tutti, e ha continuato a marciare come un orologio anche quando ha ripreso il comando, prendendosi il successo davanti a Patricio O'Ward. Il pilota della McLaren ha approfittato del KO di Herta e di quello per un incidente “solitario" di Alexander Rossi, oltre che di un sorpasso ben assestato a Will Power. Partito in pole, l'australiano ha pagato due soste non ottimali ma ha comunque terminato terzo.

La gara di Gateway ha però premiato particolarmente O'Ward dato che un incidente ha messo KO il suo principale rivale in campionato Alex Palou. Lo spagnolo di Ganassi è stato toccato da Rinus VeeKay in una delle prime ripartenze ed è finito contro a Scott Dixon, perdendo la vetta della graduatoria: ora è a 10 lunghezze da O'Ward e ha Newgarden che preme a -12. 

Dal quarto al sesto posto hanno terminato i piloti aiutati dall'incidente di Rossi, in quanto hanno potuto effettuare la loro sosta finale in caution. Si tratta di Scott McLaughlin (tre piloti Penske nei primi quattro) Sebastien Borudais e Takuma Sato. Non ha visto la fine Simon Pagenaud, dopo essersi toccato nei primi giri con Newgarden. Di fatto, tutto l'inizio è stato sotto safety-car, a partire dal primo passaggio con un contatto tra Ed Jones e Graham Rahal..

Si segnala anche l'ottimo debutto su ovale di Romain Grosjean, che ha ben figurato dimostrando - anche grazie all'esperienza - di poter comprendere velocemente la nuova modalità di gara. Il francosvizzero non ha commesso errori e ha anche lottato all'interno della top-10. Solo un passaggio nello sporco gli ha fatto perdere terreno senza rovinare l'ottima impressione fatta.

L'ordine di arrivo della Bommarito Automotive Group 500 2021:

1 - Josef Newgarden - (Dallara-Chevy) - Penske - 260 giri
2 - Pato O’Ward - (Dallara-Chevy) - AMSP - 260
3 - Will Power - (Dallara-Chevy) - Penske - 260
4 - Scott McLaughlin - (Dallara-Chevy) - Penske - 260
5 - Sebastien Bourdais - (Dallara-Chevy) - Foyt - 260
6 - Takuma Sato - (Dallara-Honda) - RLL - 260
7 - Ryan Hunter-Reay - (Dallara-Honda) - Andretti - 260
8 - Simon Pagenaud - (Dallara-Chevy) - Penske - 260
9 - Marcus Ericsson - (Dallara-Honda) - Ganassi - 260
10 - Jack Harvey - (Dallara-Honda) - Shank - 260

In campionato

1. O'Ward 435; 2. Palou 425; 3. Newgarden 413; 4. Dixon 392; 5. Ericsson 375.