Porsche 919 Hybrid, pronta per Le Mans con una livrea speciale

Porsche 919 Hybrid, pronta per Le Mans con una livrea speciale
“Porsche Intelligent Perfomance”, V4 benzina e motore elettrico

Francesco Forni

4 marzo 2014

La 919 Hybrid segna un passo storico per Porsche, il ritorno dopo 16 anni nella massima categoria delle gare di durata, il Campionato Mondiale Endurance (WEC) nella categoria prototipi LMP1-H. E lo fa con l’intenzione di sorprendere ed esaltare, con uno slogan che esprime bene l’obiettivo:  “Porsche Intelligent Perfomance”, che riserva una sorpresa. Al Salone di Ginevra la 919 Hybrid è una delle protagoniste assolute, erede della mitica 911 GT1 s’è mostrata con una livrea molto particolare. Non la mitica “Martini”, che in molti si aspettavano, ma proprio il claim, che si può vedere dall’alto (nella foto principale) anche se solo parzialmente. Una scelta indubbiamente fuori dal coro, che non passerà inosservata. Magari diventerà abituale se le foto sul traguardo saranno quelle per una vittoria … La Porsche 919 Hybrid (che ha il telaio in fibra di carbonio e pesa appena più di 850 kg) tra i suoi driver avrà anche l’ex F1 Mark Webber – che conserverà sul casco Red Bull come sponsor – come noto sarà un’ibrida, ma non turbodiesel, come la cugina Audi R18 e-tron quattro, ma benzina. Ovvero con un V4 da 2 litri sovralimentato mediante un singolo turbocompressore e capace arrivare 9.000 giri, che spinge le ruote posteriori, abbinato ad un motore elettrico, che convoglia la sua potenza sull’anteriore, alimentato da gruppi batteria agli ioni di litio caricate dal recupero dell’energia termica dei gas di scarico e dal recupero dell’energia in frenata in come sulla 918 Spyder. Il “richiamo” della potenza sull’avantreno, che porta alla trazione integrale, sarà deciso dal pilota, che avrà un ruolo così ancora più importante sulla strategia di gara. Porsche-919-Hybrid-0

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi