Al termine della 6 Ore del Bahrain, la Ferrari è campione del Mondo. Non si tratta di Formula 1, ma è comunque un titolo iridato, arrivato anche in anticipo, alla penultima gara del campionato WEC. Protagonisti della bella impresa,  Gimmi Bruni e Tony Vilander, che si sono aggiudicati il titolo nella categoria GTE-Pro. Per Gianmaria “Gimmi” Bruni, romano, 33 anni, questo è stato il secondo Mondiale, arrivato in “Una giornata fantastica, che mi ha permesso di diventare campione per il secondo anno consecutivo. Sono molto felice di poter condividere questo importante successo con il mio compagno Toni Vilander. Voglio ringraziare tutti i ragazzi per lo straordinario lavoro fatto per ripristinare completamente la vettura dopo il mio incidente a Shanghai”. Per Toni Vilander, finlandese, 34 anni,   invece è il primo titolo: “È un’emozione grandissima, per la prima volta sono Campione del Mondo, devo ancora realizzare di aver conquistato questo importate successo. Dopo la delusione di Shanghai sono state per me due settimane molto lunghe. Oggi la gara non è stata facile, ho cercato di dare il massimo e spingere ad ogni stint sempre di più, alla fine il successo è arrivato. Voglio ringraziare tutti per il grandissimo lavoro fatto sulla vettura dopo l’ultima sfortunata gara di Gimmi”.