C’è una nuova sfida alle porte per Alex Zanardi. Si fa, in realtà, un po’ fatica a immaginare in cos’altro possa stupirci il campione bolognese, dopo esser tornato al volante nell’europeo e nel mondiale turismo, dopo aver corso nella serie Blancpain, dopo essere diventato plurititolato nel ciclismo su strada con la sua hand-bike, dopo aver affrontato la sfida del triathlon estremo, lo scorso anno alle Hawaii. C’è davvero qualcosa che la caparbietà e forza di volontà di Alex non possano superare? Difficile crederlo. Accanto all’impegno confermato in campo ciclistico, Zanardi tornerà al volante in pista nel 2015, su una Bmw, partecipando alla 24 ore di Spa Francorchamps in luglio. Non è nuovo a impegni sul fronte GT, avendo corso con la Bmw Z4 GT3 nella Blancpain Sprint Series, ma questa volta sarà diverso, perché se la Z4 nasceva come auto dai comandi adattati alle esigenze di Zanardi, a Spa correrà con due compagni di squadra che non necessitano di comandi dedicati. La sfida sarà doppia: per il pilota e per i tecnici, chiamati a sviluppare un sistema che si interfacci alle esigenze di Alex e sia al tempo stesso di rapida conversione per gli altri due alfieri (ancora da annunciare, così come il team Bmw per il quale correrà la 24 ore), in modo da non perdere troppo tempo nelle fasi di cambio pilota. zanardi1 zanardi2 «Correre alla 24 ore di Spa Francorchamps sarà il prossimo piatto forte nella mia carriera. Ho sognato di correre una classica di durata come questa per tanto tempo, ed è grandioso che Jens Marquardt e Bmw Motorsport abbiano trasformato questo sogno in realtà», commenta Zanardi che il 19 e 20 giugno prossimi guiderà nella Blancpain Endurance Series al Paul Ricard, per poi svolgere dei test il 24 giugno a Spa. «A prima vista, sembra impossibile che un ragazzo senza gambe come me si schieri insieme a piloti “normali” in un evento così altamente competitivo, duro e prestigioso. So che i miei amici di Bmw Motorsport hanno tutte le conoscenze tecniche e idee innovative per gestire la sfida. Li voglio ringraziare per gli sforzi e guardo avanti a questa nuova avventura con la famiglia Bmw». zanardi3 zanardi4 Avventura che non sarà l’unica nel 2015, visto che appena una settimana dopo la 24 ore di Spa sarà impegnato nei mondiali di paraciclismo, lui che è reduce da 4 titoli iridati conquistati tra 2013 e 2014. In ottobre, per chiudere in bellezza l’anno, tornerà alle Hawaii a caccia di un miglioramento della 272ma posizione assoluta nella gara di triathlon su 226 km e passa. «Siamo davvero emozionati di iniziare questa nuova avventura con Alex. Nel suo rientro lo scorso anno con una Bmw Z4 GT3 modificata ha dimostrato ancora una volta che tutto è possibile se metti insieme determinazione e know-how tecnico. Partecipare alla 24 ore di Spa è la prossima pietra miliare nella nostra lunga e ravvicinata collaborazione. Certo non sarà un compito facile sviluppare le modifiche che sono richieste quando Alex condivide l’abitacolo con altri piloti, ma è una grande sfida», ha commentato Jens Marquardt, direttore di Bmw Motorsport. f.p. zanardi5 zanardi6