AUSTIN - Sui dolci ma impegnativi saliscendi del Circuit Of The Americas la Porsche fa lo sgambetto ai cugini dell’Audi e vince la quinta gara su sei sinora disputate di un Mondiale Endurance che ormai la Casa di Stoccarda può solo perdere. L’eterogeneo equipaggio composto da Mark Webber, Timo Bernhard e Brendon Hartley centra il terzo successo consecutivo nel Wec, a conferma della bontà di ciascuno dei tre componenti, perfettamente affiatati e tutti sempre molto veloci. Chi recrimina è l’Audi, che per 120 giri e quasi quattro delle sei ore di gara conduce le danze a suo piacimento, con la R18 di Di Grassi-Duval-Jarvis davanti alla gemella di Fassler-Treluyer e Lotterer (partita dalla pole) a coprirle le spalle.

Poi però accade l’imprevisto. La R18 numero 8 ammutolisce all’improvviso, lasciando il povero Duval al buio e fermo in pista. Riparte, ma passano 40” che costano la gara all’equipaggio Audi. E non va meglio all’altra R18, la numero 7, con Treluyer che viene spedito contro una protezione dalla Ford Gt di Pla. A quel punto la frittata è fatta perché, anche approfittando magistralmente dell’ennesima “full course yellow”, la Porsche numero 1 è passata in testa, con Webber che la conduce sicuro sino a cederla per l’ultimo stint di gara a Timo Bernhard. E’ il trionfo, con Webber-Bernhard-Hartley e la Porsche 919 Hybrid primi davanti all’Audi R18 di Di Grassi-Duval-Jarvis ed alla Toyota Ts050 di Sarrazin-Conway-Kobayashi.

Poca lotta, purtroppo, nella categoria Granturismo, dove una Ferrari eccessivamente penalizzata dai regolamenti deve inchinarsi all’Aston Martin Vantage V8 dei danesi Nicki Thiim e Marco Sorensen, primi della categoria LmGte Pro e 16esimi al traguardo. Seconda e terza le Ferrari 488 Gte ufficiali schierate da AF Corse per gli equipaggi Bruni-Calado e Rigon-Bird, che chiudono alle spalle dell’Aston Martin e con tante recriminazioni per quel Balance Of Performance (sistema studiato per mettere alla pari le prestazioni di tutte le vetture) che le sta penalizzando in maniera spropositata. La Federazione vorrà intervenire?