"Siamo tornati! Daytona 2023". Un semplice post, con la storica BMW V12 LMR calata in un teatro, per annunciare l'ingresso nella categoria LMDh a partire dal 2023. La BMW tornerà ufficialmente nel mondo dell'endurance tra circa un anno e mezzo, intraprendendo la strada delle LMDh che hanno già deciso di battere Porsche, Audi e Acura e incrociando la sfida con Toyota, Peugeot e Ferrari, le quali prenderanno parte alla categoria delle Hypercar.

Michael Schumacher, a Sarajevo un'iniziativa per dedicargli una strada

 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da BMW Motorsport (@bmwmotorsport)


Vittoria a Le Mans nel 1999

La casa tedesca non ha voluto perdere l'occasione di unirsi nuovamente ad un mondo che pare proprio si stia preparando a vivere una rinascita. Per la BMW, si tratta di un ritorno: con la V12 LMR mostrata sui social i bavaresi erano riusciti a fare propria l'edizione 1999 della 24 Ore di Le Mans, portata al successo dall'italiano Pierluigi Martini insieme al francese Yannick Dalmas ed al tedesco Joachim Winkelhock. Avendo dato appuntamento a Daytona, il tutto fa pensare che la BMW parteciperà contemporaneamente all'IMSA ed al WEC, nonostante in questo senso manchino comunicazioni ufficiali. 

F1 2021: dopo Singapore, rischiano anche Australia e Giappone