Ferrari-Oreca, insieme per l'assemblaggio della nuova GT3

Ferrari-Oreca, insieme per l'assemblaggio della nuova GT3© Ferrari

Il modello che raccoglierà l'eredità della Ferrari 488 sarà probabilmente la 296 GTB priva di parte elettrica. L'assemblaggio del progetto, curato interamente dalla divisione GT da gara a Maranello, è stato affidato a Oreca

Presente in

Fabiano Polimeni

29 novembre

È bene scandirlo chiaramente, a scanso di equivoci: sarà Ferrari a sviluppare, direttamente, la macchina erede della 488 GT3. Un progetto curato dal team diretto da Ferdinando Cannizzo, responsabile Progettazione e sviluppo GT da corsa. Andrà in pista per i primi test nel corso del 2022, mentre l'esordio in gara è programmato nel 2023.

Tutti più soli e tristi senza Frank Williams

Anno di attesa altissima per il progetto Hypercar, che non sarà l'unico. Con il nuovo capitolo GT3 in fase di definizione, Ferrari ricorrerà alle strutture di Oreca, a Signes, per l'assemblaggio e i servizi post-vendita legati alle macchine.

Indizi di 296 GTB

Quale sarà il modello destinato a raccogliere l'eredità della 488 GT3? I rumours circolati la scorsa estate puntavano decisi nella direzione di una base Ferrari 296 GTB, ovviamente adattata nel powertrain, essendo la GTB un'ibrida plug-in. Potrebbe essere una proposta esclusivamente termica, con il V6 2.9 litri biturbo a prendere la scena.

Antonello Coletta, intervistato da Sportscar 365, indicava tale direzione lo scorso luglio: "Probabilmente la base sarà la nuova 296 GTB. È ancora però molto presto, avremo maggiori possibilità di scelta del modello perché ci sono altri progetti in arrivo. È chiaro che non è possibile parlarle al di fuori della fabbrica, stiamo conducendo studi interni".

Leggi anche - Frank Williams, i ricordi da Ecclestone a Patrese

Riassumendo il quadro che attende Ferrari nel mondo delle ruote coperte, fino al termine del 2022 curerà il progetto 488 GTE, nel 2023 darà nuovo slancio con la GT3 e segnerà l'esordio del prototipo in Classe Hypercar.

Fiducia nel futuro

L'accordo raggiunto con Oreca porterà l'assemblaggio dei primi esemplari nella fabbrica dell'azienda francese, poi sarà la volta della fase di sviluppo e produzione degli esemplari per i team clienti.

“L’accordo con Oreca rappresenta un importante punto di partenza per il nuovo progetto GT3”, ha dichiarato Antonello Coletta. Abbiamo obiettivi molto ambiziosi dal momento che la vettura raccoglierà l’eredità della 488 che rappresenta il modello più vincente della storia del Cavallino Rampante. Possiamo contare sulla competenza e preparazione dei nostri ingegneri e su un partner di eccellenza che ha ottenuto prestigiosi successi nel mondo endurance come Oreca, pertanto guardiamo con fiducia al futuro”.

Elkann in esclusiva, "Progetto LMH con ambizione e umiltà"


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi