1000 Miglia di Sebring, Toyota è il riferimento nel Prologo

Le due Hypercar GR010 Hybrid coprono oltre due volte la distanza di gara e ottengono le migliori prestazioni. Cadillac, Porsche, Ferrari e Peugeot tutte in 1" nella terza sessione

Fabiano Polimeni

13 marzo

Miglior tempo in tre delle quattro sessioni e maggior numero di giri completati. In sintesi, la due giorni del Prologo alla 1000 Miglia di Sebring per Toyota. 

Il mondiale WEC è pronto al via, venerdì prossimo, con la gara d'apertura di una stagione attesissima. Verso le qualifiche di giovedì si va con i numeri restituiti dal prologo, che ha visto Toyota completare 587 giri e 3.533 km con i due prototipi aggiornati, le GR010 Hybrid.

Con l'eccezione del miglior tempo ottenuto dalla Cadillac al sabato pomeriggio 1'48"428, a 2 decimi dalla prestazione assoluta della due giorni di test, sono state le Hypercar numero 7 e numero 8 a guidare la tabella dei tempi. Un'indicazione assai relativa in un prologo utile a confrontarsi con l'applicazione del BoP e prepararsi alla gara di venerdì.

Ferrari, incidente per Calado

In Ferrari, con 337 giri e 2.028 chilometri percorsi, il dato è condizionato dalla presenza della sola 499P di Fuoco-Molina-Nielsen in azione domenica.

Mauro Baldi crede nella Ferrari 499P!

La Hypercar numero #51, di Pier Guidi-Calado-Giovinazzi, infatti, è uscita di pista a inizio giornata, con Calado al volante, appena fuori dai box. Le gomme fredde - per l'eliminazione delle termocoperte da quest'anno - hanno provocato l'uscita di pista in curva 1 del pilota inglese. Così, una sola Ferrari 499P in azione domenica. 

Porsche ha chiuso il prologo con 433 giri e 2.606 km, davanti alle Peugeot 9X8, in grado di collezionare 364 giri e 2.190 km. Cadillac, Glickenhaus e Vanwall hanno girato con una sola macchina, completando rispettivamente 218 giri (1.312 km).

Toyota, un test senza intoppi

"Finora le cose sono andate lisce, i test sono andati bene e l tempi sembrano essere buoni, però si tratta solo di un test e sarà diverso nella settimana della gara. Dobbiamo guardare dov'è possibile fare dei miglioramenti", commenta Kobayashi, team principal e al volante della GR010 Hybrid numero 7 con Lopez e Conway, equipaggio autore del miglior crono del test, in 1'48"208 nel corso della sessione di sabato mattina.

In Ferrari, la prestazione di riferimento è arrivata domenica pomeriggio, con la #50 a girare in 1'49"300, 1"1 dal crono più rapido di Toyota, quasi replicato nell'1'48"216 ottenuto da Buemi-Hartley-Hirakawa con la #8 alla domenica pomeriggio.

Per l'equipaggio Pier Guidi-Calado-Giovinazzi resta il crono di 1'49"573 marcato al sabato pomeriggio, quinto tempo a 1"1 dalla prestazione della sessione ottenuta da Cadillac con Bamber-Lynn-Westbrook.

Porsche ha chiuso con il terzo tempo il turno di prove della domenica pomeriggio, girando a poco meno di 5 decimi dal tempo della Toyota #7 con l'equipaggio Cameron-Christensen-Makowiecki, autore di un 1'48"957. È anche il miglior riscontro ottenuto dalla casa di Zuffenhausen nelle quattro sessioni del Prologo.

Cadillac sempre presente 

In Peugeot, è l'1'49"302 di Duval-Menezes-Muller, sulla 9X8 numero #94 a essere il tempo più rapido tra i due prototipi schierati dal Leone. Sesto crono della sessione di domenica mattina, a 8 decimi dal tempo Toyota. Da registrare un incidente di Vergne, nella sessione pomeridiana del sabato, con danni alla carrozzeria della Hypercar nel contatto con un prototipo di Classe LMP2 a metà del turno.

Stabilmente tra le migliori quattro Hypercar, in tutte le sessioni, si è posizionata Cadillac. Bamber-Lynn-Westbrook hanno girato tra i 6 decimi e 1" dai migliori riferimenti di ciascuna sessione, oltre a ottenere l'1'48"429 al sabato pomeriggio, giro più veloce.


  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi