GP2: Sam Bird ci crede ancora

GP2: Sam Bird ci crede ancora
Leimer, 3° dietro a Ericsson in gara-2, mantiene 7 punti di vantaggio in classifica

Redazione

22 settembre 2013

da Singapore: Roberto Chinchero La seconda gara della trasferta di Singapore, che ha concluso la tappa asiatica della Gp2 Series, ha visto la vittoriosa cavalcata di Sam Bird. Dopo essere scattato dalla pole position, il pilota del team Russian Time ha condotto i venti giri in programma controllando a distanza Marcus Ericsson. Il leader del campionato Fabio Leimer ha colto una preziosa terza posizione, mantenendo sette lunghezze di vantaggio su Bird nella classifica generale quando al termine della stagione manca solo la trasferta di Abu Dhabi. Per Leimer i problemi maggiori sono arrivati dopo la bandiera a scacchi. Nel giro d’onore lo svizzero stava percorrendo il rettilineo tra la curva ‘5’ e ‘7’, quando ha colpito violentemente la vettura di Alexander Rossi. «Dovendo salire sul podio dovevo tornare in pit-lane – ha spiegato Leimermentre tutte le altre vetture imboccano un'uscita a metà di quel rettifilo per tornare nel paddock riservato alla Gp2. Con Rossi c’è stata un’incomprensione, e quando lui ha girato per imboccare l’uscita gli sono franato addosso. Mi sono scusato, e fortunatamente ho solo rimediato una botta alla mano destra». I protagonisti di gara-1, Felipe Nasr e Jolyon Palmer, hanno terminato la corsa nelle retrovie avendo usato ieri l’ultimo set di gomme soft. Punti preziosi invece per John Lancaster, quarto dietro un positivo Stéphane Richelmi, mentre un veloce Vittorio Ghirelli ha visto svanire una bella rimonta dall’ultima alla nona posizione a causa di un contatto con un’altra monoposto che gli ha causato la foratura di un pneumatico. PodioGP2Singapore

  • Link copiato

Commenti

Leggi autosprint su tutti i tuoi dispositivi