da Monza: Roberto Chinchero Ha raddrizzato un weekend con un mix di velocità, intelligenza e determinazione da sembrare un degno campione. Ed infatti la classifica di campionato dice ora che Jolyon Palmer il titolo 2014 della Gp2 Series può solo perderlo. Il pilota della Dams ha sfruttato al meglio la pole position (arrivata grazie all’ottava posizione conquistata in gara-1) scattando al comando della gara e conducendo il cronologico della corsa per tutti i 21 giri in programma. La terza vittoria stagionale ha consentito a Palmer di portare a 41 punti il suo vantaggio su Felipe Nasr, che non è andato oltre la sesta posizione. Il brasiliano ha corso con un bioritmo ormai in calo, conscio di aver perso la chance che gli era stata concessa in gara-1. A completare il podio della corsa che ha concluso la tappa monzese della Gp2 è stato un arrembante Stefano Coletti, autore di una gara che ha meritato i molti applausi arrivati dalle tribune. Scattato dalla nona posizione, il monegasco della Racing Engineering è risalito a suon di sorpassi fino al secondo posto, un premio alla grinta ed alla determinazione. Un altro monegasco, Stephane Richelmi, ha completato la festa del team Dams cogliendo la terza piazza davanti a Marco Sorensen e ad un positivo Andrè Negrao. Epilogo sfortunato in un weekend da dimenticare per Raffaele Marciello, toccato a prima curva di Lesmo da Sergio Canamasas e ritrovatosi con un pneumatico forato.