Monza – La pioggia ha reso incerte e ancor più impegnative le ultime due gare del TCR Italy, che si sono disputate nel Tempio di Velocità: il velocissimo circuito di Monza. Il titolo tricolore era già stato assegnato a Salvatore Tavano nel round di Vallelunga, ma le gare di Monza hanno offerto ugualmente un alto tasso di adrenalina e di spettacolo: oltre alle due vittorie in gara, erano in ballo, infatti, il titolo virtuale di vicecampione e quello under 25.

Ad aggiudicarsi gara1 è stato Marco Pellegrini sulla Hyundai di Target Competition, mentre Matteo Greco sulla Cupra della Scuderia del Girasole ha vinto gara2, conquistando il secondo posto in campionato e la classifica under 25. Con una vittoria e un secondo posto, Eric Scalvini, anche lui portacolori della Scuderia del Girasole by Cupra Racing, ha conquistato il Trofeo TCR DSG.

GARA1 – E’ stata veramente ‘pazza’: quasi tutti sono partiti con gomme rain al posteriore e slick all’anteriore, ma con la pioggia che è tornata a cadere ci sono stati dei cambi-gomma anche in gara, nonostante sia una vera ‘sprint’, di soli 25 minuti più un giro.

Marco Pellegrini sulla Hyundai di Target Competition è stato bravo a piazzarsi davanti a Enrico Bettera sull’Audi RS3 di Pit Lane Competizioni. Entrambi sono stati lesti a montare un set di gomme rain anteriori durante una safety car dovuta al contatto fra Max Mugelli e Sandro Pelatti. Terzo posto per il sedicenne Jacopo Guidetti, su Audi di BF Motorsport, che ha preso il via con gomme rain, e che era al comando con un netto vantaggio quando gli è stato inflitto un drive through per partenza anticipata.

Matteo Greco, portacolori della  Scuderia del Girasole by Cupra Racing, ha concluso gara1 al quarto posto dopo aver scelto di prendere il via con gomme slick all’anteriore. Bel quinto posto assoluto per Nicola Guida, al debutto nel TCR Italy dopo una stagione disputata nel TCR DSG Endurance: alla sua prima gara su una TCR senza ABS, il romano si è aggiudicato la vittoria nella classe DSG.

Il neocampione Salvatore Tavano, invece, si è piazzato decimo dopo un contatto che ha danneggiato la sua Cupra. Peccato per l’uscita di Sandro Pelatti, autore di un ottimo debutto nel TCR Italy: era secondo con la sua Audi DSG quando ha impattato con Max Mugelli, doppiato dopo la sostato ai box per sostituire gli pneumatici. Non hanno concluso il primo giro altre due new entry: Felice Jelmini e Damiano Reduzzi, entrambi su Hyundai.

Gara 2

Matteo Greco ha disputato una gara da dominatore. Scattato dalla seconda posizione in griglia, è rimasto sempre al comando, regolando prima Enrico Bettera e poi Jacopo Guidetti.

Terzo gradino del podio per la Cupra di Eric Scalvini, primo delle DSG, e vincitore del Trofeo Nazionale. Enrico Bettera ha concluso quarto davanti a Damiano Reduzzi e Felice Jelmini, mentre Pellegrini si è piazzato ottavo alle spalle del serbo Miljkovic dopo un drive through.

Sfortuna per Salvatore Tavano anche in gara2: un contatto in Parabolica ha messo fuori gioco la sua Cupra. I tempi ristretti fra le due gare - solo 3 ore – non hanno consentito a Max Mugelli di schierare la sua Alfa Romeo Giulietta del team PRS Motorsport, danneggiata nel contatto della mattina.

Trofeo DSG

Tante le new entry a Monza nel trofeo riservato alle vetture con cambio DSG. Vittoria in gara1 per il ‘rookie’ Nicola Guida, davanti a Eric Scalvini e Jody Vullo, al primo anno di automobilismo, sulla Cupra di BD Racing. In gara2 Scalvini ha festeggiato la vittoria del Trofeo Nazionale DSG con un successo, piazzandosi davanti a Jody Vullo e a Claudio Formenti, terzo sulla Golf di Pit Lane, con Sandro Pelatti e Nicola Guida a completare la top5.