Lo avevamo anticipato fin dalla (tribolatissima) fine del Tricolore 2019 e oggi, finalmente, la notizia è diventata ufficiale: sarà Andra Crugnola, navigato da Pietro Elia Ometto, a dare la caccia al Cir 2020 al volante della C3 R5 schierata da Citroën Italia. Per il pilota varesino classe 1989, che nel 2019 è stato il pilota capace di aggiudicarsi più prove speciali nel Campionato Italiano, si tratta di un ritorno sotto le insegne del Double Chevron, di cui ha già vestito i colori nel 2011 all'epoca della DS3 R3T.

Queste le prime parole di Andrea Crugnola da pilota Citroën : «Sono particolarmente orgoglioso di affrontare il CIR 2020 insieme a Citroën Italia. Per me è un piacevole ritorno all’interno di un team con cui ho già collaborato in passato. Si tratta di una grande sfida, perché insieme a Pietro avremo modo di confrontarci con avversari di grande esperienza su una vettura per noi tutta da scoprire ma che ha dimostrato grande affidabilità ed elevate prestazioni nella stagione passata. Per cui siamo pronti a iniziare e cercheremo di essere competitivi fin da subito, sapendo che possiamo contare su un team molto valido, di grande esperienza, che da lungo tempo affianca Groupe PSA nel mondo del motorsport».

Ufficializzato l'ingaggio di Crugnola da parte di Citroën, si attendono ora i movimenti di mercato degli altri top driver del CIR, a iniziare dal campione Giandomenico Basso, che difenderà ancora le insegne della Loran.