Ventidue equipaggi iscritti al Campionato Italiano Assoluto, una dozzina quelli in corsa per il Tricolore Due Ruote Motrici, altri dieci attesi nello Junior, che partirà però dal prossimo Rally di Sanremo. E ancora: 164 vetture al via del Ciocco, di cui ben 97 nella gara principale, quella valida per il CIR. Di queste ben 36 le R5, la maggior parte pure nelle mani di gente assai veloce. Se si guarda ai numeri, il Campionato Italiano Rally 2021 parte decisamente ocl piede giusto. Ancora in piena emergenza da Covid-19, con il chilometraggio drasticamente ridotto dal format adottato lo scorso anno, il mondo del controsterzo tricolore risponde convinto presente.

C'è quantità e pure tanta qualità in questo Cir che ritrova il proprio inizio "naturale" con il prontia via dalla classicissima della Garfagnana, con l'elenco di sfidanti ad Andrea Crugnola (passato dalla Citroen alla Hyundai) lungo e prezioso come non mai. Un elenco che in Toscana è impreziosito pure dalle due star del Mondiale di casa Hyundai, con Neuville e Breen (quest'ultimo pure iscritto al Tricolore, come se al Ciocco non fosse una sortita isolata) che hanno scelto proprio gli asfalti dell'Italiano per allenarsi in vista del Croatia Rally.

Ma, big del WRC a parte, il pacchetto dei nostri intenzionati a provarci è di assoluto valore. Intanto ci sarà ancora - cercando di riprendersi lo scudetto 2019 - Giandomenico Basso, che si presenta al via con una Skoda Fabia e tanta voglia di farcela. E poi una lista lunghissima di ragazzi più o meno giovani, molti con i colori dell'Aci Team Italia, pronti a mettersi alla prova nell'Italiano al volante di una vettura da assoluto. Gente capace di andar forte assai, come Fabio Andolfi, Damiano De Tommaso, Luca Bottarelli, Marco Pollara, Andrea Mazzocchi, Tommaso Ciuffi, contro altri ragazzi già più esperti e altrettanto incarogniti, come Stefano Albertini, Giacomo Scattolon, Rudy Michelini, Marco Signor e via elencando. Fuori campionato, ma assai intenzionato a far bene nella gara di casa, anche sua maestà Paolo Andreucci, con la Skoda Fabia gommata MRF.

Un piatto ricco, ricchissimo, insomma. Il via domani pomeriggio, con l'altra grande novità del CIR 2021: la Power Stage in diretta televisiva alle 16:30, che distribuirà punti ai primi tre tempi assoluti e che già scriverà i primi verdetti di una stagione che si annuncia tiratissima ed entusiasmante.