Il Rally di Roma Capitale scalda i motori per l'edizione 2021. È stata presentata questa mattina nella Sala Giuseppe Spizzuoco dell'Automobile Club d'Italia capitolino, l'evento organizzato da Motorsport Italia che si svolgerà dal 22 al 25 luglio.  La nona edizione, come sempre capitanata da Max Rendina, sarà il terzo appuntamento del FIA European Rally Championship e quinto del Campionato Italiano Rally Sparco.

Ospiti speciali della conferenza stampa il Presidente dell'Automobile Club d'Italia Angelo Sticchi Damiani, la Presidente dell'Automobile Club Roma Giuseppina Fusco, e l'Advisor per le Politiche Sportive della Regione Lazio Roberto Tavani. Oltre ai "virtuali" il Presidente della FIA Jean Todt, il Presidente del CONI Giovanni Malagò, il Coordinatore del FIA Euroean Rally Championship Jean-baptiste Ley, il Direttore Generale ACI Sport Marco Rogano, il Presidente della Commissione Cultura, Sport e Spettacolo del Consiglio Regionale Lazio Pasquale Ciacciarelli, l'Assessore allo Sport, Turismo, Politiche giovanili e Grandi Eventi cittadini del Comune di Roma Capitale Veronica Tasciotti e il Presidente della Commissione Rally ACI Sport Daniele Settimo. Presenti in sala anche il Segretario Generale dell'Automobile Club d'Italia Gerardo Capozza, il direttore di gara Gianluca Marotta e il Team Manager di Motorsport Italia Bruno De Pianto.

Il programma del Rally di Roma Capitale 2021

La nona edizione del Rally capitolino proporrà interessanti ed importanti novità rispetto al programma degli ultimi anni, seppur vedrà la grande assenza del pubblico per le normative Covid vigenti sugli eventi di piazza. Il rally partirà venerdì sera alle 19 dalla scenografica cornice di Castel Sant'Angelo con la parata dei concorrenti per le vie della Città Eterna. Le auto sfileranno davanti al Colosseo, ai Fori Imperiale, al Vittoriano per poi giungere in zona Circo Massimo dove alle ore 20 prenderà il via la prima prova speciale, novità assoluta 2021, con un tracciato completamente cittadino intorno alle Terme di Caracalla.

Sabato e domenica l'azione si sposterà invece nell'entroterra laziale con base a Fiuggi, dove sarà allestito il Parco Assistenza e il Rally HQ, e prove speciali che coinvolgeranno i Comuni di Cave, Fumone, Arsoli, Arpino, Santopadre, Rocca Santo Stefano, Cervara di Roma, Collepardo, Ceprano, Capranica Prenestina, Bellegra, Rocca di Cave, Trevi nel Lazio e Guarcino per un percorso che unirà tradizione e innovazione riconosciuto dal mondo rally come uno dei più difficili e tecnici dell'intero calendario europeo. L'arrivo sarà a Fiuggi, nel pomeriggio di domenica 25 luglio.

Grande sarà l'attenzione agli aspetti legati al green e all'ambiente alla luce anche dell'ottenimento da parte dell'evento delle due stelle FIA nell'ambito dell'Environmental Accreditation Program: Motorsport Italia utilizzerà solo vetture di staff a propulsione ibrida o elettrica, predisporrà aree di raccolta rifiuti sia a Fiuggi che in tutte le prove speciali.

Le parole dei protagonisti

Angelo Sticchi Damiani (Presidente Automobile Club d'Italia):

"Possiamo preannunciare un grande successo. L'impegno di Max Rendina e del suo staff oramai è noto a tutti, mosso da grande passione e competenza. Non possiamo nascondere il vantaggio si essere a Roma, una città stupenda e unica al mondo e la prova di Caracalla la ciliegina sulla torta. Un lavoro importante anche a livello di autorizzazioni, che contribuirà ad accrescere il valore del Rally di Roma Capitale. L'Automobile Club d'Italia e l'Automobile Club Roma sono stati sempre fattivamente vicini a questo evento e stanno supportando anche quest'anno il rally, una manifestazione nella quale abbiamo sempre creduto. Abbiamo tutti voglia di normalità, l'evento vuole rappresentare una ripartenza, siamo tutti cambiati dopo quello che è successo e che sta succedendo e siamo qui, a sostenere l'azione degli organizzatori e tutto quello che è possibile per valorizzare questa nostra bellissima storia nel mondo dei rally".

Giuseppina Fusco (Presidente Automobile Club Roma):

"La grande sensibilità e preparazione che ruotano intorno al Rally di Roma Capitale sono la chiave del successo che ha ottenuto in questi nove anni diventando un evento di riferimento nel panorama nazionale ed internazionale. L'Automobile Club Roma è da sempre a fianco di Max Rendina e del suo team per sostenere e promuovere questa manifestazione, che oltre all'aspetto meramente sportivo ha da sempre posto al centro anche tematiche di altrettanta importanza: la sicurezza e l'educazione stradale, la tutela dell'ambiente, la veicolazione e promozione di comportamenti virtuosi nel rispetto dei territori ospitanti. Sarà così anche quest'anno e auspico di cuore la migliore riuscita di questa nona edizione del Rally di Roma Capitale".

Roberto Tavani (Advisor Politiche dello Sport Regione Lazio):

"Sono davvero felice di essere qui questa mattina e porto il saluto del Presidente Zingaretti e della Giunta Regionale. Il Rally di Roma Capitale è entrato a pieno titolo all'interno della programmazione sportiva Regione Lazio 2021 che sosterrà concretamente questa manifestazione e ci permetterà di mettere in vetrina le nostre bellezze. Sono circa 40 gli Enti ed i comuni coinvolti e questo rende l'idea della capillarità dell'evento. Ricordo la prima partenza a Castel Sant'Angelo, la tensione, la partecipazione, la grande festa dello sport che questo evento è sempre stato. È proprio questa forza che deve trasmetterci la voglia di ripartire. Tante manifestazioni non solo sportive tornano nella nostra città e nella nostra Regione e ci permettono di tornare a mettere in campo i tre ingredienti sui quali dobbiamo fondare il nostro quotidiano ora più che mai: salute, socialità ed economia"

Max Rendina (Head of Rally di Roma Capitale):

"Grazie a tutti. Devo ringraziare i miei collaboratori a partire da Simone Ferraro, Bruno De Pianto, Emanuele Inglesi, la mia segreteria e tutta la squadra che non molla mai. Vi garantisco che il lavoro è tanto e molto impegnativo, ma abbiamo raggiunto il record di iscritti con vetture R5 del Campionato Europeo 2021 e questa è una grande iniezione di fiducia e determinazione. Grazie all'ACI che è da sempre al nostro fianco per superare ogni ostacolo, all'Automobile Club Roma, alla Regione Lazio, al Comune di Roma Capitale, al Corpo di polizia locale di Roma Capitale oltre che a tutti gli Enti e Amministrazioni coinvolte dall'evento. Siamo fieri del Rally di Roma Capitale, aggiungeremo questo grande spettacolo delle Terme di Caracalla e spero che il prossimo anno, per la decima edizione, si possa completare l'opera aprendo completamente al pubblico".